News Cinema

Il Ricatto: Elijah Wood e la performance pianistica impossibile nel thriller scritto da Damien Chazelle

14

Prima del successo mondiale come regista di Whiplash e La La Land, Damien Chazelle scrisse il thriller Il ricatto, dove Elijah Wood è un pianista che si trova in una gran brutta situazione...

Il Ricatto: Elijah Wood e la performance pianistica impossibile nel thriller scritto da Damien Chazelle

Il ricatto (2013) è un thriller interpretato da Elijah Wood, diretto da Eugenio Mira e scritto da Damien Chazelle, che l'anno successivo sarebbe stato il regista di Whiplash, esplodendo poi con La La Land. Il tocco autoriale di Chazelle è evidente, perché il pianista protagonista è costretto a eseguire un pezzo complicatissimo in pubblico: al primo errore, un cecchino misterioso minaccia di freddarlo. In pratica, una versione thriller del maestro psicopatico interpretato da J. K. Simmons in Whiplash. Leggiamo cosa dicono del film Elijah Wood, il regista e lo stesso Chazelle, in dichiarazioni stralciate da interviste a Entertainment Weekly, Collider, Metro US e Indiewire.

Il ricatto: Elijah Wood "suonare il pianoforte è stato incredibilmente complicato"

Ovviamente per un film come Il ricatto, un attore ha a disposizione un vero pianista "controfigura" per i primi piani delle mani più complessi, ma pur nella finzione cinematografica, deve essere in grado nelle altre inquadrature di essere convincente. Wood racconta in merito:

Suonare il pianoforte è stato incredibilmente complicato e stressante. [...] Avevo preso lezioni da bambino, avevo una comprensione basilare dello strumento ma di certo non ero in grado di suonare così. E volevo sembrare il più possibile credibile. A un certo punto, diciamo che siamo riusciti a spezzare la tensione dopo il primo paio di scene al pianoforte, ho capito che avevo trovato un modo di farlo funzionare, di trovare una mia dimensione con lo strumento, sentendomi a mio agio. [...]
Mi sono esercitato circa tre settimane prima di andare a Barcellona [dove hanno girato, ndr] e due settimane dopo proprio lì, mentre mi preparavo. E' stato un processo costante. [...]
Io poi non ho le mani adatte! [...] Posso fare ottave complete, non è impossibile per me, ma non è facile. C'è una particolare inquadratura in cui la macchina da presa è puntata sui tasti, e quelle non sono le mie mani...

Il ricatto, la costruzione della suspense in tempo reale

Elijah Wood sostiene di aver accettato Il ricatto per il modo in cui la dimensione del thriller era integrata nella dimensione puramente musicale, con un protagonista umano.

L'idea è incredibilmente audace, ambiziosa, è un po' folle, sono tutti elementi entusiasmanti. Adoravo il fatto che il 70% del film si svolgesse in effetti in tempo reale. Ho pensato fosse un approccio interessante, mi piaceva un sacco che gran parte del film fosse un'esibizione concertistica. Sei un pubblico che guarda un pubblico che guarda un uomo che suona il piano. Fantastico![...]
Credo di potermi immedesimare nel personaggio, nella sua sfiducia in se stesso e nella sua paura, secondo me ci possiamo immedesimare tutti in lui. Non penso di potermi immedesimare proprio nell'ansia da palcoscenico, perché per me è un tipo di paura che ti debilita troppo. Ma posso fare mia quella mancanza di fiducia in se stesso, è una cosa molto umana.

Il ricatto, la lezione di Eugenio Mira a Damien Chazelle

Quando ha scritto il copione del Ricatto, Damien Chazelle aveva diretto appena un lungo indipendente anni addietro, ma non aveva ancora la fiducia per affrontare un lavoro da regista con un cast di veterani, come avrebbe fatto di lì a poco con Whiplash e La La Land. Cosa ha imparato dall'approccio del collega spagnolo? Ecco le parole di Damien, il quale ammette di avere un tema che preferisce...

Avrete pensato che ho un'ossessione con la musica? [ride] [...] Non ho avuto niente a che fare con la regia del Ricatto, ma Eugenio ed io abbiamo la stessa filosofia. Lui aveva realizzato una previsualizzazione dell'intero film: ho visto già letteralmente tutto il film sul computer. Non ho lavorato molto così su Whiplash, anche se ho fatto degli animatic [riprese dello storyboard, ndr] basilari, per i numeri musicali. Vedere però che Eugenio pianificava il film istante per istante... quello è probabilmente più il mio stile. Mi piace quando senti che un film è stato pensato minuziosamente.

Dietro le quinte del film: il video-backstage di Il Ricatto



  • Giornalista specializzato in audiovisivi
  • Autore di "La stirpe di Topolino"
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming