Schede di riferimento
News Cinema

Da American Life a The Circle: tutto Dave Eggers al cinema

18

Tra sceneggiature originali e adattamenti, sono molti i film nei quali lo scrittore americano ha messo lo zampino: quello di Ponsoldt è solo l'ultimo di una lunga serie.

Da American Life a The Circle: tutto Dave Eggers al cinema

The Circle, il film di James Ponsoldt con Emma Watson e Tom Hanks che vedremo al cinema a partire da giovedì 27 aprile, è tratto, come saprete, da un romanzo omonimo scritto da Dave Eggers quattro anni fa, nel 2013, e pubblicato in Italia nel 2014 da Mondadori col titolo "Il Cerchio".
Nel mondo dell'alta tecnologia e di internet, il mondo che viene raccontato in The Circle (che poi è il nome di una società immaginaria che racchiude un po' tutti assieme i marchi simbolo della nostra era e della Silicon Valley, da Facebook a Google, passando per Twitter, Apple e Amazon), quattro anni sono tantissimi, quasi un'era geologica: eppure, grazie all'intuito, alla preveggenza, e al talento dello scrittore, non solo temi e dettagli di The Circle sono attuali, ma sono addirittura i punti nodali della riflessione contemporanea sul rapporto tra l'uomo e la tecnologia. Così accade nel caso delle migliori distopie: pensate a "1984" e al grande revival che vissuto negli ultimi mesi.

"Il Cerchio", però, non è il primo dei romanzi di Eggers a essere stato adattato da Hollywood, anche se - bizzarrie delle dinamiche distributive - The Circle è il primo film tratto da un romanzo di Eggers che arriva nei cinema italiani.
Il 15 giugno prossimo, infatti, debutterà nelle sale Aspettando il re, film sceneggiato e diretto lo scorso anno da Tom Tykwer basato su "Ologramma per il re", che lo scrittore americano pubblicò un anno prima del "Cerchio", nel 2012, arrivando in finale ai National Book Awards.
E guarda caso, protagonista del film di Tykwer - nei panni di un uomo d'affari in crisi che, per evitare la bancarotta, deve cercare di ottenere un importante appalto tecnologico in Arabia Saudita - c'è proprio Tom Hanks, che in The Circle è invece Eamon Bailey, carismatico capo della società al centro del racconto che sembra un po' Steve Jobs, un po' Mark Zukerberg.

Se poi è stato annunciato un progetto di adattamento di "Zeitoun", il libro di non-fiction pubblicato da Eggers nel 2009 che racconta la vera storia di un uomo di origine siriana che scopre di essere sospettato di terrorismo dopo aver contribuito da volontario alla ricostruzione di New Orleans dopo la devastazione dell'uragano Katrina, fino a questo momento nessun altro libro dello scrittore americano è diventato un film, o - che si sappia - potrebbe diventarlo.
Il potenziale più grande lo ha sicuramente il secondo libro pubblicato da Eggers, dopo il folgorante esordio di "L'opera struggente di un formidabile genio": il romanzo "Conoscerete la nostra velocità", storia divertente e commovente di due amici di lunga data che, dopo la morte di un terzo moschettiere, decidono di partire per un viaggio di una settimana in giro per il mondo nel corso del quale devono dilapidare una grossa somma che si sono improvvisamente ritrovati tra le mani.
E chissà che a farsi venire voglia di dirigere un film tratto da quelle pagine non possa essere, un giorno, Sam Mendes, che nel 2009 ha firmato un piccolo gioiellino come American Life, basato sulla prima sceneggiatura originale di Eggers.

Storia di una giovane coppia che sta per avere il primo figlio, in preda a mille interrogativi e alla ricerca di un posto da chiamare "casa", American Life - che in originale fa Away We Go ed è molto più bello - è materiale puramente, squisitamente eggersiano, che Mendes ben traduce sullo schermo grazie anche ai suoi due protagonisti, John Krasinski e Maya Rudolph, capaci dei toni giusti e della giusta alchimia.
Eggersiano è anche Francis, il corto d'animazione sceneggiato dallo scrittore che racconta una tenera ghost story con protagonista un ragazzino dei sobborghi di Chicago; e, a pensarci bene, è eggersiano perfino Nel paese delle creature selvagge, il sottovalutato film di Spike Jonze che ha portato al cinema l'omonimo classico della letteratura per ragazzi di Maurice Sendak adattato per il cinema proprio da Eggers, che poi ha pubblicato una novelization di quel copione.

Di Dave Eggers, infine, è anche il soggetto di un altro film: Promised Land, quello di Gus Van Sant che esplorava i lati oscuri del fracking, e le sue conseguenze sulla popolazione delle aree interessate da questo tipo di interventi geologici.
Fu proprio John Krasinski a proporre allo scrittore di scrivere un soggetto che prendesse spunto da una serie di articoli pubblicati sul New York Times da Ian Urbina, e fu Krasinski a trasformarlo poi in sceneggiatura assieme a Matt Damon, che con lui è stato poi protagonista del film.
Ecco, si facesse mai un film da "Conoscerete la nostra velocità", Krasinski e Damon potrebbero essere un'ottima coppia di protagonisti.



  • Critico e giornalista cinematografico
  • Programmatore di festival
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming