News Cinema

A piedi nudi nel parco: Jane Fonda e Robert Redford nella mitica commedia sentimentale

Dietro le quinte di uno dei primi grandi successi al cinema per i due attori che avevano già recitato insieme, nella commedia di Neil Simon che Robert Redford aveva interpretato anche a teatro.

A piedi nudi nel parco: Jane Fonda e Robert Redford nella mitica commedia sentimentale

Nel 1967 arriva al cinema la commedia romantica A piedi nudi nel parco, con due giovani attori emergenti, una figlia d'arte e un figlio di Broadway, Jane Fonda e Robert Redford. La regia è di Gene Saks, che dopo questa commedia di Neil Simon porterà al cinema anche La strana coppia dello stesso autore, con l'incontenibile duo Jack Lemmon/Walter Matthau. Se avete visto Harry a pezzi di Woody Allen, potete vedere il regista proprio nel ruolo del padre di Harry. A piedi nudi nel parco è la storia di due sposini, Corie e Paul, che si trasferiscono nel Greenwich newyorkese, in un minuscolo appartamento al quinto piano e finiscono per litigare nei loro primi giorni di convivenza: per quanto lei è allegra e scatenata, lui è infatti trattenuto e preciso, è uno che, come gli dice lei, non andrebbe mai a piedi nudi nel parco. Nelle loro vicissitudini vengono coinvolti a un certo punto anche la mamma di lei (Mildred Natvik, già interprete del ruolo a Broadway e candidata all'Oscar per il film) e un eccentrico vicino scapolo, interpretato da Charles Boyer. Il parco in questione è il Washington Square Park. Inizialmente il ruolo della protagonista femminile era stato offerto a Natalie Wood, che rifiutò perché aveva deciso di prendersi una pausa dalla recitazione. La gag ricorrente del film è il fiatone di chiunque deve arrivare al quinto piano senza ascensore (sicuramente Chuck Lorre ne ha tenuto conto per The Big Bang Theory). Nella versione francese (non sappiamo se anche in quella italiana) il piano è diventato il nono, perché in Francia (e anche da noi) è normale avere case di cinque piani senza ascensore.

Dal teatro al cinema: Robert Redford in A piedi nudi nel parco

Per Robert Redford, all'inizio della carriera cinematografica, quello del giovane marito Paul Bratter è uno dei primissimi ruoli da protagonista, anche se in tv è già stato candidato a un Emmy per The Voice of Charlie Point e ha vinto un Golden Globe per miglior attore emergente per Lo strano mondo di Daisy Clover. L'attore viene chiamato da Saks dopo aver interpretato il personaggio con grandissimo successo a teatro e inizialmente è sorpreso e quasi restio all'idea di riprendere il ruolo. Tradizione vuole infatti che difficilmente gli interpreti teatrali diventino protagonisti anche della versione cinematografica, ma alla fine accetta. Con Jane Fonda condivide l'amicizia e il fatto di avere debuttato entrambi nello stesso film, la commedia con Anthony Perkins In punta di piedi, del 1960. Nel 1966 hanno già interpretato insieme La caccia di Arthur Penn. Già all'epoca l'attore amava l'abbigliamento country e nelle pause si spogliava del formale abito di scena per indossare cappello e stivali da cowboy. A piedi nudi nel parco fu il suo primo grande successo commerciale, a cui seguì il western con Paul Newman Butch Cassidy.

L'altra metà della coppia: Jane Fonda

A piedi nudi nel parco resta uno dei film e dei ruoli preferiti da Jane Fonda, tanto che l'attrice si è spesso scherzosamente rammaricata del fatto che Neil Simon (scomparso nel 2018) non avesse scritto un sequel cinematografico per far ritrovare al pubblico i personaggi qualche decennio dopo. Negli anni immediatamente successivi a questo film, la pasionaria Jane è lanciatissima: è la protagonista di Barbarella di Roger Vadim, della serie dell'Ispettore Klute con Donald Sutherland e diventa uno dei volti (e dei corpi) più popolari del cinema americano. Quando è uscito il loro ultimo film insieme, Le nostre anime, di notte, del 2017, Jane Fonda - che ha lavorato con Redford anche in Il cavaliere elettrico - ha dichiarato di essersi innamorata di lui ogni singola volta che ci ha recitato e l'attore ha confessato di non essersene mai accorto: che distratti, questi uomini!

Non solo A piedi nudi nel parco: Neil Simon, genio della commedia americana

Neil Simon è anche autore della sceneggiatura di A piedi nudi nel parco. La pièce teatrale è ispirata alle prime settimane del primo matrimonio del commediografo con Joan Bairn. Simon dette anche un seguito teatrale alla storia, “Chapter 2”, ispirato al suo secondo matrimonio con l'attrice Marsha Mason. Evidentemente con le due successive mogli non ha avuto problemi, visto che si è fermato a due pièce sull'argomento. L'amore di Neil Simon per il teatro e il cinema si deve alla miseria: era lì che, cresciuto a New York durante la Grande Depressione in una famiglia che non andava d'accordo, fsi rifugiava per evadere dalla realtà. Nella sua lunga carriera è stato candidato a quattro premi Oscar, a 4 Emmy, a 13 Tony (ne ha vinti 3, di cui uno Speciale), a tre Golden Globe (ne ha vinto uno per The Golden Girl) e a 12 Writers Awards, che ha vinto per La strana coppia, Un provinciale a New York e I ragazzi irresistibili oltre al premio alla carriera. Tra i suoi indimenticabili successi ricordiamo anche Il prigioniero della seconda strada, Il rompicuori, Invito a cena con delitto, Goodbye, amore mio! e California Suite.



  • Saggista e critico cinematografico
  • Autrice di Ciak si trema - Guida al cinema horror e Friedkin - Il brivido dell'ambiguità
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming