Schede di riferimento
News Serie TV

YOU 3: Penn Badgley e Victoria Pedretti parlano del devastante finale della terza stagione

28

I protagonisti della serie Netflix hanno commentato i colpi di scena shock che hanno chiuso i nuovi episodi (ma attenzione agli spoiler).

YOU 3: Penn Badgley e Victoria Pedretti parlano del devastante finale della terza stagione

La terza stagione di YOU, arrivata su Netflix lo scorso venerdì, ci ha portato sulle montagne russe. Come era facilmente ipotizzabile conoscendo il tenore e lo stile della serie, i nuovi episodi sono stati scanditi da un colpo di scena dietro l'altro, fino allo sconvolgente finale che ci ha condotti dritti dritti verso un nuovo capitolo della storia (la serie, d'altronde, è stata già rinnovata per una quarta stagione). Se non avete ancora visto la terza stagione vi consigliamo di non proseguire con la lettura. Se invece avete già terminato la visione e siete curiosi di scoprire cosa ne pensano i protagonisti Penn Badgley e Victoria Pedretti - gli interpreti di Joe e Love - continuate pure.

YOU 3 e quel finale shock: Cosa è successo nell'ultimo episodio (SPOILER)

Ricapitoliamo quello che è successo nel decimo episodio della terza stagione di YOU: il già traballante matrimonio di Joe e Love - trasferitisi in un sobborgo della California del Nord per iniziare una nuova vita con il loro figlioletto Henry - è arrivato definitivamente al capolinea quando i due si sono resi conto di essere degli assassini che non sono riusciti a cambiare le loro abitudini, neanche diventando genitori. Love ha scoperto che Joe si è innamorato di un'altra, il suo capo e direttrice della biblioteca di Madre Linda Marienne (Tati Gabrielle). Il suo piano era paralizzare suo marito con l'aconito, un'erba velenosa, e poi uccidere Marienne davanti a lui. Ma Joe, che ha intuito il proposito omicida di Love, si è fatto trovare preparato e ha preso un antidoto capovolgendo completamente la situazione. Ha così ucciso Love con lo stesso veleno che lei aveva preparato per lui, si è tagliato due dita dei piedi e ha dato fuoco alla loro casa, inscenando un omicidio-suicidio. In seguito ha lasciato la città per sempre e, appropriatosi di una nuova identità, si è recato a Parigi alla ricerca di Marienne.

Il finale della terza stagione di YOU: Cosa ne pensano i protagonisti

Victoria Pedretti ha detto a Entertainment Weekly di essere consapevole che il suo personaggio non avrebbe avuto lunga vita, in una serie come YOU. "È stato abbastanza folle vedere il mondo in cui sarei morta. Sembrava strano, non sapevo nulla di erbe paralizzanti e ho dovuto studiare. Ma è stato entusiasmante cogliere questa sfida. È triste. Sapevo che sarebbe morta ma il modo in cui è successo è stato comunque scioccante", ha detto l'attrice.

Per Badgley la morte di Love ha avuto senso, almeno dal punto di vista narrativo. "Entrambi i personaggi hanno avuto il loro arco narrativo. Abbiamo attraversato molte esperienze, visto i loro alti e bassi e alla fine ci siamo detti 'Ok, se deve succedere è questo il momento giusto' ", ha detto l'interprete dello stalker Joe Goldberg. Per l'attore, il finale della terza stagione segna una specie di cesura per il suo personaggio, una rottura con il passato. "Penso che ci debbano essere dei cambiamenti davvero significativi e fondamentali in Joe. Perché ora lo abbiamo visto attraversare così tante cose. Forse c'è stato un periodo pre-Love e ce ne sarà uno post-Love, perché quello che ha passato con lei non so quanto si possa ripetere".

Continuate a seguirci perché nei prossimi giorni continueremo a commentare e a parlare della terza stagione di YOU in vista della quarta.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
Schede di riferimento
  • Giornalista professionista
  • Appassionata di Serie TV e telespettatrice critica e curiosa
Suggerisci una correzione per l'articolo