Schede di riferimento
News Serie TV

Squid Game: La sfida, concorrenti minacciano di fare causa a Netflix: "Ipotermia e danni ai nervi"

Alcuni partecipanti al reality competitivo ispirato alla serie più popolare di sempre di Netflix vogliono portare in tribunale il gigante dello streaming.

Squid Game: La sfida, concorrenti minacciano di fare causa a Netflix: "Ipotermia e danni ai nervi"

Due concorrenti di Squid Game: La sfida, il reality competitivo ispirato alla serie sudcoreana creata da Hwang Dong-hyuk, starebbero minacciando azioni legali contro Netflix e i produttori dello show per essere rimasti feriti durante le riprese. Lo si evince da un comunicato stampa diffuso da Express Solicitors, uno studio legale specializzato in lesioni personali con sede a Wythenshawe, Inghilterra, e ripubblicato da Deadline.

Squid Game diventa reale nel reality di Netflix

Presentato come il game show con in palio il più grande montepremi finale nella storia (4,56 milioni di dollari), Squid Game: La sfida mette in competizione uomini e donne di età e nazionalità diverse che si sfidano in celebri giochi d'infanzia, come quelli visti in Squid Game e non solo (tra le sfide ci sono il celebre Un, due, tre, stella! ma anche Battaglia navale e la sempre Pesca meccanica). "Quando i partecipanti affrontano una serie di sfide ispirate alla serie originale (che includono alcune sorprendenti nuove aggiunte), la loro tenacia, le strategie e le alleanze saranno messe alla prova mentre i loro rivali sono eliminati uno dopo l'altro", spiega Netflix. Lo show ha debuttato su Netflix con i primi 5 episodi lo scorso 22 novembre e tornerà con gli episodi dal 5 al 9 il prossimo 29 novembre e con l'episodio finale, il decimo, il 6 dicembre.

Squid Game: La sfida ha messo a rischio la salute dei suoi concorrenti?

Due concorrenti, tramite lo studio legale Express Solicitors, hanno inviato lettere di reclamo a Netflix e a Studio Lambert, co-produttore dello show, affermando di aver subito danni per ipotermia ai nervi durante le riprese che si sarebbero svolte a temperature molto basse lo scorso inverno. Le circostanze a cui si riferiscono sono quelle del gioco Un, due, tre stella in cui i giocatori devono sconfiggere l'ormai celebre bambola robot, pena l'eliminazione dalla competizione. Le riprese si sono svolte ai Cardington Studios, un'ex base della Royal Air Force a Bedford, durante una particolare ondata di freddo in Gran Bretagna lo scorso gennaio. Già all'epoca Netflix aveva confermato che tre dei 456 giocatori avevano necessitato di cure mediche ma aveva anche rassicurato tutti dicendo che non si sarebbero verificate particolari criticità sul set. "Anche se sul set faceva molto freddo – e i partecipanti erano preparati a questo – qualsiasi affermazione di lesioni gravi è falsa", si leggeva nel comunicato condiviso dal servizio streaming e da Studio Lambert in quell'occasione.

Oggi Express Solicitors afferma invece che i suoi clienti hanno rischiato la salute dovendo rimanere immobili per lunghi periodi durante le riprese mentre tentavano di rimanere in gioco. Daniel Slade, CEO di Express Solicitors, ha dichiarato: "Riconosciamo che le persone possano vedere questa come una classica battaglia tra Davide e Golia con la società e i suoi partner di produzione. I concorrenti pensavano di prendere parte a qualcosa di divertente e gli infortunati non si aspettavano di soffrire così. Ora sono rimasti feriti dopo aver trascorso del tempo bloccati in posizioni di stress dolorose a temperature fredde". Ma, ancora una volta, un portavoce di Netflix ha dichiarato: "Nessuna causa è stata intentata da nessuno dei concorrenti di Squid Game: La sfida. Prendiamo estremamente sul serio il benessere dei nostri concorrenti". Chi avrà ragione? Vedremo se la giustizia farà il suo corso.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
Schede di riferimento
  • Giornalista professionista
  • Appassionata di Serie TV e telespettatrice critica e curiosa
Suggerisci una correzione per l'articolo