Schede di riferimento
News Serie TV

Squid Game 2: Dopo i numeri record su Netflix, il creatore svela i suoi piani per una seconda stagione

68

Il regista coreano Hwang Dong-hyuk è tornato a parlare degli aspetti che gli piacerebbe esplorare in una (quasi certa) seconda stagione della serie diventata un fenomeno globale.

Squid Game 2: Dopo i numeri record su Netflix, il creatore svela i suoi piani per una seconda stagione

Hwang Dong-hyuk, che ha lavorato a Squid Game per dieci anni prima di trovare qualcuno che fosse disposto a sviluppare e portare in tv quella storia, adesso - un po' come tutti noi - è stato travolto dalla popolarità della sua stessa serie, diventata il più grande successo di sempre di Netflix con 111 milioni di account raggiunti. Per molto tempo il regista si è concentrato su altro, facendo uscire tre film di successo in Corea del Sud. Poi Netflix ha creduto nel suo progetto e, in sole quattro settimane, il suo nome è diventato noto a livello internazionale come quello del regista di Parasite Bong Joon Ho. E adesso tutti vogliono sapere da lui se ci sarà una seconda stagione (cosa assai probabile, a questo punto) e quali sono i suoi piani. Intervistato da The Hollywood Reporter, Hwang Dong-hyuk è tornato allora a parlare del futuro della serie svelando interessanti anticipazioni.

Squid Game: Quel finale aperto che si presta a più interpretazioni

Ormai Squid Game non ha bisogno di presentazioni ma, per chi non la conoscesse, ricordiamo che segue un gruppo di persone disperate che accettano di partecipare a un gioco in un luogo segreto. Sono 456 concorrenti che gareggiano gli uni contro gli altri in vari giochi per bambini nel tentativo di vincere il montepremi di 45,6 miliardi di won (poco più di 33 milioni di euro). Quello che non sanno è che chi perde non solo viene eliminato dal gioco, ma muore.

Squid Game

La prima stagione è terminata con un finale piuttosto aperto che, tuttavia, poteva essere anche facilmente interpretabile: l'unico sopravvissuto e vincitore del gioco Gi-hun (Lee Jung-jae) scopre che si stanno reclutando nuovi partecipanti al gioco e, invece di imbarcarsi su un aereo che lo porterebbe negli Stati Uniti, decide di restare in Corea per tentare di fermare la follia omicida di questo terribile esperimento sociale. "Con la scelta di Gi-hun volevo dare un messaggio: non dovresti essere trascinato dal flusso competitivo della società, ma dovresti iniziare a pensare a chi ha creato l'intero sistema. E se c'è qualche possibilità di cambiarlo devi voltarti e affrontarlo", ha spiegato Hwang Dong-hyuk. "Gi-hun non torna indietro necessariamente per vendicarsi. Potrebbe essere che capisce immediatamente ciò che sta accadendo realmente e lo colloca in un quadro più ampio", ha aggiunto il regista ammettendo di aver scelto un finale volutamente ambiguo e interpretabile.

Leggi anche Squid Game: Tutti pazzi per i biscotti al caramello della serie, ecco la ricetta per farli in casa

Squid Game avrà un seguito? Hwang Dong-hyuk ha qualche idea

Il regista ha parlato anche di alcune storie della serie che non sono state approfondite e che gli piacerebbe riprendere in un'eventuale seconda stagione. Nel dettaglio, ha detto:

"Ad esempio, la storia dell'ufficiale di polizia e la storia di suo fratello, Front Man. Se alla fine farò una seconda stagione, mi piacerebbe esplorare quella trama. Cosa è successo tra i due fratelli? E poi potrei anche approfondire la storia di quel reclutatore in tuta che fa il gioco di ddakji con Gi-hun e gli dà la carta nel primo episodio. E, naturalmente, potremmo continuare a raccontare la storia di Gi-hun mentre torna indietro, ed esplorare di più i suoi piani per affrontare le persone che hanno progettato i giochi. Quindi, non lo so ancora, ma sicuramente ci sono molte possibilità per le trame della seconda stagione"

Squid Game

C'è da ricordare, tuttavia, che Hwang Dong-hyuk ha lavorato a Squid Game da solo scrivendo di suo pugno la sceneggiatura di ogni episodio e dirigendolo. Un'operazione che gli è costata moltissima fatica. "Ho perso anche sei denti a causa dello stress durante la produzione della serie", ha ricordato l'autore. Con il successo della serie, la pressione su di lui è aumentata:

"Per questo motivo non ho ancora deciso se fare o meno un'altra stagione. Ma siccome in tutto il mondo molti fan ne stanno parlando, potrei davvero raccogliere le loro idee per creare la prossima stagione. Posso sfruttare tutto questo amore e supporto che sto ricevendo non solo come fonte di stress ma anche per trovare ispirazione"
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
Schede di riferimento
  • Giornalista professionista
  • Appassionata di Serie TV e telespettatrice critica e curiosa
Suggerisci una correzione per l'articolo