Schede di riferimento
News Serie TV

Sex Education troppo americana? Rispondono la creatrice e il regista

L'apprezzata comedy di Netflix è tornata da poco in streaming con la seconda stagione.

Sex Education troppo americana? Rispondono la creatrice e il regista

È una delle serie TV più amate e seguite su Netflix ed è tornata lo scorso 17 gennaio con i nuovi episodi. Sex Education parla di adolescenti, di relazioni e, soprattutto, del rapporto che i giovani hanno con il sesso. Mentre la popolarità della serie cresceva però e già dopo l'uscita della prima stagione in streaming, alcuni spettatori - soprattutto britannici - hanno criticato la serie perché hanno ritenuto che non fosse abbastanza inglese, pur essendo ambientata in un liceo britannico. In effetti il liceo Moordale, dove vanno a scuola i protagonisti di Sex Education, è più simile a un istituto americano che a uno inglese: nei corridoi ci sono gli armadietti, gli alunni non indossano le divise e persino il logo del liceo assomiglia più a uno di un'università d'oltreoceano. Perché queste inconguenze? Ne hanno parlato recentemente la creatrice della serie Laurie Nunn e il regista Ben Taylor in un'intervista a GQ.

Sex Education: Le risposte della creatrice e del regista a chi pensa che la serie non sia abbastanza british

Ovviamente l'effetto "set senza spazio e tempo" è stato voluto. "Non abbiamo mai detto, nella serie, se si tratta di un liceo inglese o di uno inglese. Abbiamo fatto un mix di elementi con tutte le cose che ci venivano in mente e che funzionavano nelle serie e nei teen movie, molti dei quali sono americani", ha spiegato il regista Ben Taylor. Laurie Nunn ha detto di essersi ispirata ai film di John Hughes o a lavori come Dieci cose che odio di te e Freaks and Geeks. La creatrice ha rispedito al mittente le accuse di chi insinua che la serie sia pensata per un pubblico spiccatamente americano. "I personaggi, il cuore, l'umorismo e i temi della serie sono universali. E proprio perché Netflix è disponibile in moltissimi paesi, capite che non avrebbe senso pensare lo show per un pubblico ben preciso", ha detto. Anche Taylor ha difeso la libertà creativa che lui e Nunn hanno voluto usare. "Lauren e io non abbiamo creato il mondo di Sex Education in un determinato modo per un pubblico predeterminato. Quello che si vede sullo schermo è solo come lo abbiamo voluto rendere noi", ha detto.

House of the Dragon

Inglese o americano che sia, lo spirito di Sex Education trascina anche il pubblico italiano, dato che lo show è nella lista delle 10 serie di Netflix più popolari del 2019. Se siete tra quelli che non hanno ancora visto i nuovi episodi, correte a recuperare la nuova stagione disponibile su Netflix!



Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming