News Serie TV

Il Trono di Spade: HBO ha speso una cifra da capogiro per il pilota dello spin-off con Naomi Watts cancellato

6

Un libro svela i retroscena della serie (che non ha mai visto la luce) nota con il titolo provvisorio The Long Night.

Il Trono di Spade: HBO ha speso una cifra da capogiro per il pilota dello spin-off con Naomi Watts cancellato

Più di 30 milioni di dollari per una serie che non ha mai visto la luce. È la sconvolgente cifra spesa da HBO, due anni fa, per produrre l'episodio pilota di quello che sarebbe dovuto essere il primo spin-off de Il Trono di Spade, una serie prequel che coinvolgeva tra i protagonisti anche Naomi Watts. Nota come The Long Night (o The Longest Night o Bloodmoon, un titolo ufficiale non è stato mai annunciato), la serie alla fine è stata scartata nonostante le ingenti risorse investite, numeri svelati ora dal nuovo libro Tinderbox: HBO's Ruthless Pursuit of New Frontiers di James Andrew Miller.

Il Trono di Spade: La trama del primissimo spin-off poi scartato

Ambientato migliaia di anni prima delle Cronache del ghiaccio e del fuoco, questo primo prequel avrebbe raccontato la discesa del mondo dall'Età d'oro degli Eroi al suo periodo più buio, quell'inverno durato una generazione conosciuto appunto come la Lunga Notte. Quindi un'epoca antecedente ai Targaryen e ai draghi, ma non agli Stark o ai Lannister, né agli Estranei. Il progetto coinvolgeva grandi nomi: oltre a Naomi Watts, impegnava SJ Jackson come regista e Jane Goldman come showrunner. Il pilota è stato girato nell'estate del 2019 nell'Irlanda del Nord, negli stessi studi impiegati per Game of Thrones ma, alla fine, il risultato non ha convinto i dirigenti di HBO.

L'ordine di House of the Dragon (a scatola chiusa)

Lo stesso giorno in cui HBO ha dato la notizia della cancellazione della prima serie prequel inizialmente concepita, ha annunciato anche l'ordine diretto - senza passare dal pilota - di House of the Dragon, poi diventato il primo spin-off ufficiale di Game of Thrones (arriverà anche in Italia su Sky e NOW nel 2022). A differenza della serie con Naomi Watts, House of the Dragon - che racconta le origini di casa Targaryen 200 anni prima dei fatti de Il Trono di Spade - ha potuto attingere dal materiale di George R.R. Martin, in particolare dal romanzo Fire & Blood, dettaglio che ha fatto sentire più sicuri i vertici di HBO (in fondo all'articolo trovate il primo trailer)

Le dichiarazioni dell'ex presidente di WarnerMedia Bob Greenblatt

"Avevano speso oltre 30 milioni di dollari per un pilot prequel di Game of Thrones quando sono arrivato lì", ha detto l'ex presidente di WarnerMedia Bob Greenblatt nel libro di Miller. "E quando ne ho visto un pre-montato pochi mesi dopo il mio arrivo, ho detto a Casey [Bloys, chief content officer di HBO ndr.], 'Semplicemente questa serie non funziona e non credo mantenga i livelli della serie originale.' E lui era d'accordo, fortunatamente. Quindi a malincuore abbiamo deciso di staccare la spina. C'era un'enorme pressione affinché lo facessimo bene e non credo che avrebbe funzionato", ha aggiunto.

Proprio Greenblatt, inoltre, si prende il merito di House of the Dragon: "Sono stato io a incoraggiare Casey a dare il via libera alla serie. Ho detto 'non rischiamo 30 milioni di dollari su un pilota. Facciamo una grande serie su cui siamo sicuri. Oppure non facciamola affatto'". Secondo il dirigente era necessario procedere subito con una nuova serie, nonostante il fallimento della prima. "Il primo pilota è stato fatto per proteggere il marchio. Ma era fondamentale che in qualche modo continuassimo quel franchise e ci muovessimo rapidamente, il che significava portare la serie in produzione il prima possibile. Penso che House of the Dragon sarà incredibile", ha infine dichiarato.

Gli altri spin-off di Game of Thrones ancora in ballo

Gli altri progetti derivanti dal franchise attualmente in sviluppo a HBO sono Dunk & Egg, sulle avventure di Ser Duncan l'Alto e di un giovane Aegon V della Casa Targaryen, 10.000 Ships, serie prequel sulla principessa guerriera Nymeria, un'antenata della casa Martell che conquistò e governò Dorne, e 9 Voyages cioè una serie incentrata sui viaggi di Lord Corlys Velaryon (noto anche come Serpente di mare, uno dei personaggi che vedremo in House of the Dragon). Sono in sviluppo inoltre, per HBO Max, altre 3 serie animate una delle quali ambientata nell'inesplorata regione dell'Impero dorato di Yi Ti, ispirata alla Cina imperiale. Chissà quale di questi vedranno la luce e quali, invece, sono destinati alla stessa sorte del primo defunto prequel.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
  • Giornalista professionista
  • Appassionata di Serie TV e telespettatrice critica e curiosa
Suggerisci una correzione per l'articolo