News Serie TV

Il Trono di Spade: Cosa è cambiato nella sigla [SPOILER]

67

Tutti i nuovi indizi nei titoli di testa dell'ottava e conclusiva stagione della serie.

Il Trono di Spade: Cosa è cambiato nella sigla [SPOILER]

L'ottava stagione Trono di Spade è finalmente iniziata ed è stata accolta con un boom di ascolti senza precedenti. Prima di ritrovare a Westeros Daenerys Targaryen, Jon Snow, Sansa, Arya e Bran Stark, Cersei, Tyrion, Jaime e tutti gli altri protagonisti della serie, più o meno dove li avevamo lasciati, abbiamo finalmente riascoltato l’altisonante sigla di Ramin Djawadi, che però ha accompagnato dei titoli di testa leggermente diversi dal solito. Cosa è cambiato nella mappa dei Sette Regni? La cartina è stata realizzata dal designer Kirk Shintani, il quale in un’intervista con il sito Polygon ha annunciato che in ogni episodio ci saranno ulteriori cambiamenti e novità: “Posso dire che ci saranno delle differenze in ogni singolo episodio”, ha dichiarato: “Fateci attenzione, perché ci sono un bel po’ di indizi disseminati in giro per la sigla”. Vediamo quindi quali nuovi dettagli sono stati inseriti nei titoli di testa della prima puntata dell’ottava stagione.

Se non l’avete ancora vista, vi suggeriamo di non leggere oltre per evitare spoiler.

La prima differenza evidente è nelle immagini scolpite nel cerchio d’oro, in cui si vede velocemente l’attacco di Viserion alla Barriera.

La stessa Barriera, per la prima volta dopo otto stagioni, è spaccata in due, proprio perché il Re della Notte ha distrutto la millenaria difesa dei Sette Regni oltrepassandola insieme al suo esercito. Una lunga scia di ghiaccio, che rappresenta l’avanzata della fredda armata, si estende fino a Ultimo Focolare, la dimora degli Umber in cui abbiamo ritrovato Tormund, Beric, Ed e un manipolo di Guardiani della Notte. Il castello poggia su una spirale, che ricorda la forma creata dal Re della Notte nel messaggio lasciato con le braccia mozzate delle sue ultime vittime.

L’inquadratura si sposta subito dopo su Grande Inverno, di cui per la prima volta esploriamo più approfonditamente la cripta, il luogo in cui Jon ha saputo di essere Aegon Targaryen, il figlio di Lyanna Stark e Rhaegar Targaryen, legittimo erede al trono di spade. È molto probabile che rivedremo quel luogo nei prossimi episodi, dato che nei poster è molto presente. Secondo alcune teorie, tra l’altro, lì sotto potrebbe esserci qualcosa che il Re della Notte vuole risvegliare: un altro drago.

Dopo di che ritorniamo sul cerchio d’oro, su cui vediamo scolpite le nozze rosse: a sinistra, lo stemma dei Lannister e sulla destra un uomo che tiene in mano una testa (quella di Robb Stark),

Arrivati ad Approdo del Re, anche qui ci addentriamo dentro le mura, soffermandoci più a lungo sul famigerato trono di spade, su cui campeggia lo stemma dei Lannister, essendo attualmente occupato da Cersei.

Per l’ultima volta, torniamo poi sul cerchio d’oro, che ci mostra un probabile evento futuro: una cometa, sulla sinistra, che potrebbe simboleggiare il ritorno di Azor Ahai - il Principe della profezia di Melisandre, che farà fuggire le tenebre impugnando una spada fiammeggiante - mentre sulla destra ci sono quattro draghi, i tre attualmente presenti (Drogon, Viserion e Rhaegal), ed uno nuovo, che potrebbe essere il drago della teoria di cui sopra, oppure Daenerys. I quattro animali mitici sono rappresentati mentre bruciano delle mura: forse quelle di Approdo del Re, che abbiamo visto poco prima. Come riporta l’utente AlDexter su YouTube, infatti, Bran Stark in una visione assisteva all’ombra di un drago che sorvolava sulla città.  

Infine, torniamo sulla scritta Game of Thrones, ma questa volta non la vediamo più infuocata come in passato: forse perché l’inverno è arrivato? 



  • Giornalista pubblicista specializzata in comunicazione musicale e televisiva
  • Consulente musicale
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming