Fosse/Verdon: La serie tv con Michelle Williams e Sam Rockwell in onda su Fox Life

-
4
Fosse/Verdon: La serie tv con Michelle Williams e Sam Rockwell in onda su Fox Life

Da oggi, giovedì 18 aprile, andrà in onda su FoxLife (canale 114 di Sky) Fosse/Verdon, la miniserie in 8 episodi basata sulla vera storia professionale e d'amore tra Gwen Verdon, considerata ancora oggi la più grande ballerina di Broadway, e Bob Fosse, il ballerino, coreografo e regista di musical di successo come Cabaret e All That Jazz. Ad interpretare i due artisti rivoluzionari, sono la candidata all'Oscar Michelle Williams ed il premio Oscar Sam Rockwell. 

Tratta dall'acclamata biografia scritta da Sam Wasson, Fosse, la mini-serie è stata adattata per FX da Steven Levenson (vincitore di un Tony per il musical Dear Evan Hansen) e da lui co-prodotta insieme alla figlia di Fosse e Verdon, Nicole Fosse, al coreografo Andy Blankenbuehler (premio Tony per In The Heights, Hamilton e Bandstand) e al compositore e attore Lin-Manuel Miranda (premio Tony per le musiche originali di In The Heights e Hamilton). 

Il sodalizio artistico e amoroso tra i due è stato raccontato partendo dal primo incontro, durante la realizzazione del musical Damn Yankees del 1955, per poi passare attraverso i momenti fondamentali della loro travagliata e lunga vita insieme, tra la dedizione lavorativa e il desiderio di costruire una famiglia nonostante gli impegni, il successo e i numerosi tradimenti di lui. Una storia che, in parte, è stata già raccontata dallo stesso Fosse nel semi-autobiografico All That Jazz, sulla quale Levenson è voluto ritornare per approfondire con uno sguardo più distaccato e senza filtri ciò che accadeva dietro le quinte del mondo dello showbiz tra gli anni '60 e '80.

"All That Jazz sorvola su tutto, ma questo ci ha dato una grande libertà perché potevamo scoprire quali cose erano state distorte da Bob, cosa aveva tralasciato e dove era passato oltre", ha spiegato Levenson in un'intervista con Slate. "Il più grande punto cieco del film riguarda Audrey, il personaggio interpretato da Leland Palmer, che è in realtà una caricatura di Gwen: una rappresentazione orribile, secondo me, di una donna bisbetica, che ha superato gli anni migliori della sua vita e si appoggia su di lui. Lei non ha praticamente nulla a che fare con ciò che succede nella vita di lui. La verità è che Fosse in quel film ha inserito parte della realizzazione di Chicago, in cui Gwen Verdon è stata fondamentale. Era una sua idea e hanno lavorato insieme su tutte le coreografie [...] Abbiamo voluto permettere al pubblico di vedere Bob per quello che era davvero, un po' libertino e un po' farabutto". 

Accanto a Rockwell e Williams, troviamo nel cast Evan Handler (Sex & the City) nei panni del produttore e regista teatrale Hal Prince, Norbert Leo Butz (Bloodline) nel ruolo del premio Oscar Paddy Chayefsky, Margaret Qualley (The Leftovers) nelle vesti della ballerina Ann Reinking, Kelli Barrett (The Punisher) in quelle di Liza Minnelli e Bianca Marroquin (Chicago) di Chita Rivera.



Federica Carlino
  • Giornalista pubblicista specializzata in comunicazione musicale e televisiva
  • Consulente musicale
Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento