News Serie TV

Disney+ ha edulcorato la violenza di The Falcon and the Winter Soldier senza dire nulla, ma sarebbe stato un errore

41

Alcuni fan della Marvel si sono accorti che le scene più violente della serie tv sono state misteriosamente "ripulite".

Disney+ ha edulcorato la violenza di The Falcon and the Winter Soldier senza dire nulla, ma sarebbe stato un errore

Un piccolo caso, purtroppo l'ennesimo per Disney+ nell'ultimo periodo, è esploso nelle scorse ore quando alcuni fan della Marvel si sono accorti che le scene più cruente della serie The Falcon and the Winter Soldier sono state modificate ed edulcorate rispetto alla versione originale resa disponibile un anno fa, portandoli a chiedersi se il servizio streaming stia censurando i propri contenuti senza dire nulla.

Un esempio arriva da una scena del terzo episodio, intitolato Power Broker, nella quale Zemo (interpretato da Daniel Brühl) spara a morte Wilfred Nagel (Olli Haaskivi), l'ex scienziato dell'Hydra che ha ricreato il siero del Super Soldato. La versione originale presentava il corpo senza vita dell'uomo con gli occhi aperti e coperto di sangue. Come si può notare nella foto-confronto qui di seguito condivisa su Twitter, nella versione censurata, il sangue è stato rimosso e gli occhi sono chiusi. In un'altra scena dell'episodio, Bucky Barnes (Sebastian Stan) lancia un tubo contro un assalitore, trafiggendolo. Tuttavia, la nuova versione mostra il tubo rimbalzare sul corpo dell'avversario.

Disney+ sta censurando i suoi contenuti?

In attesa di una risposta ufficiale, ammesso arriverà, alcune fonti si sono affrettate a riferire alla stampa americana che la suddetta versione censurata di The Falcon and the Winter Soldier è stata pubblicata accidentalmente come parte di un problema di sistema e che Disney+ sta lavorando per risolvere la questione il più rapidamente possibile. Persistono tuttavia dei dubbi. Perché esiste una versione edulcorata e cosa significa questo per il futuro degli show Marvel su Disney+? Forse la piattaforma sta valutando la possibilità di fornire i propri contenuti maturi in più versioni in risposta alle lamentele - soprattutto negli Stati Uniti - di non essere più un servizio a misura di famiglia nonostante la presenza del parental control?

Ricordiamo infatti che all'inizio del mese The Walt Disney Company è finita nel mirino del Parents Television Council, il noto gruppo di pressione non scientifico che si batte contro il potenziale effetto dannoso dei programmi televisivi sullo sviluppo dei bambini, in seguito all'arrivato su Disney+ USA delle serie Marvel precedentemente disponibili su Netflix Daredevil, Jessica Jones, Luke Cage, Iron Fist, The Punisher e The Defenders, giudicate significativamente più volente e adulte per temi e argomenti rispetto al resto dell'offerta. E quale sarebbe la novità, vi chiederete voi che su Disney+ vi siete imbattuti in serie come Pam & Tommy e A Teacher? Mentre nei mercati internazionali i contenuti per un pubblico adulto fanno parte dell'offerta di Disney+ ma sono destinati a un'area specifica - in Italia conosciuta con il nome Star - la cui fruibilità è condizionata alle impostazioni del parental control, così non avviene negli Stati Uniti, dove la piattaforma offre solo i contenuti dei brand Disney, Pixar, Marvel, Star Wars e National Geographic, destinando invece i contenuti più maturi a diverse realtà esterne, come Hulu, FOX e FX.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
  • Redattore specializzato in Serie TV
  • Appassionato di animazione, videogame e fumetti
Suggerisci una correzione per l'articolo