News Serie TV

Cole Sprouse arrestato durante le proteste negli Stati Uniti: Ecco cosa è successo all'attore di Riverdale

"Io trattato bene perché bianco, etero e famoso", il racconto dell'interprete di Jughead che manifestava a sostegno del movimento Black Lives Matter.

Cole Sprouse arrestato durante le proteste negli Stati Uniti: Ecco cosa è successo all'attore di Riverdale

Cole Sprouse, famoso per il ruolo di Jughead Jones nel teen drama di The CW Riverdale, è stato arrestato lo scorso primo giugno mentre protestava pacificamente partecipando a una manifestazione a sostegno del movimento Black Lives Matter impegnato a chiedere giustizia dopo la morte di George Floyd, l'afroamericano che ha perso la vita a Minneapolis lo scorso 25 maggio in seguito a un'aggressione da parte di un agente di polizia. La notizia è stata resa nota dallo stesso attore che, su Instagram, ha raccontato dettagliatamente l'episodio di cui è stato protagonista sottolineando di non aver subito grosse conseguenze, probabilmente perché "etero, bianco e figura pubblica", come ha scritto.

Cole Sprouse fermato per proteste: il racconto dell'attore

Sulla sua pagina Instagram Cole Sprouse ha scritto di essere stato arrestato insieme ad altri manifestati pacifici a Santa Monica. L'attore ha raccontato l'accaduto specificando di non voler concentrare su di sé l'attenzione. "Prima che l'orda mediatica e il sensazionalismo decidano che questo riguardi me, c'è bisogno che io chiarisca le circostanze: Black Lives Matter. La pace, le rivolte, i saccheggi sono tutte forme di protesta lecite. I media danno spazio solo al sensazionalismo, il che dimostra un atteggiamento razzista di vecchia data", ha esordito raccontando poi altri dettagli. "Sono stato arrestato mentre manifestavo per solidarietà. Ci è stata data la possibilità di andarcene e siamo stati informati che se non ci fossimo ritirati, saremmo stati arrestati. Quando molti di noi se ne stavano andando, abbiamo trovato un'altra fila di poliziotti che ci ha tagliato la strada e ha iniziato a legarci le mani", ha continuato.

Visualizza questo post su Instagram

A group of peaceful protesters, myself included, were arrested yesterday in Santa Monica. So before the voracious horde of media sensationalism decides to somehow turn it about me, there’s a clear need to speak about the circumstances: Black Lives Matter. Peace, riots, looting, are an absolutely legitimate form of protest. the media is by nature only going to show the most sensational, which only proves a long standing racist agenda. I was detained when standing in solidarity, as were many of the final vanguard within Santa Monica. We were given the option to leave, and were informed that if we did not retreat, we would be arrested. When many did turn to leave, we found another line of police officers blocking our route, at which point, they started zip tying us. It needs to be stated that as a straight white man, and a public figure, the institutional consequences of my detainment are nothing in comparison to others within the movement. This is ABSOLUTELY not a narrative about me, and I hope the media doesn’t make it such. This is, and will be, a time about standing ground near others as a situation escalates, providing educated support, demonstrating and doing the right thing. This is precisely the time to contemplate what it means to stand as an ally. I hope others in my position do as well. I noticed that there are cameras that roll within the police cruisers during the entirety of our detainment, hope it helps. I’ll speak no more on the subject, as I’m (1) not well versed enough to do so, (2) not the subject of the movement, and (3) uninterested in drawing attention away from the leaders of the #BLM movement. I will be, again, posting the link in my story to a comprehensive document for donations and support.

Un post condiviso da Cole Sprouse (@colesprouse) in data:

"Ho avuto un trattamento di favore perché etero, bianco e famoso", la denuncia di Cole Sprouse

Continuando, Sprouse ha sottolineato di aver ricevuto probabilmente un trattamento migliore rispetto ad altri manifestanti. "Bisogna dire che in quanto etero, bianco e personaggio famoso, le conseguenze istituzionali del mio arresto non sono nulla in confronto a quelle vissute da altri all'interno del movimento. Ma questo non è assolutamente un racconto su di me", ha scritto Sprouse ribadendo di non voler distogliere l'attenzione dai messaggi che il movimento Black Lives Matter vuole diffondere. "Questo è il momento di dare loro supporto e capire cosa significa essere un alleato, spero lo facciano anche altri nella mia posizione". Sono diverse, in effetti, le star che hanno seguito l'esempio di Cole Sprouse: Ariana Grande, Nina Dobrev, Halsley e Michael B. Jordan sono solo alcuni dei personaggi famosi scesi in strada negli ultimi giorni per prendere parte attivamente alle proteste.



Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming