Andrew Lincoln dice addio a The Walking Dead: Il trailer del suo ultimo episodio e la lettera ai fan

-
183
Andrew Lincoln dice addio a The Walking Dead: Il trailer del suo ultimo episodio e la lettera ai fan

Dopo averne parlato per mesi, grattandoci non poco il capo, il momento tanto scongiurato dai fan di The Walking Dead è arrivato: l'episodio della nona stagione in onda negli Stati Uniti questa domenica, in Italia il giorno successivo alle ore 21:15 su Fox (e in streaming su NOW TV), sarà l'ultimo a coinvolgere il protagonista assoluto Andrew Lincoln, interprete dell'ex vice sceriffo e leader non sempre incontrastato Rick Grimes. In attesa di questo canto del cigno che rischia di segnare definitivamente le sorti di una serie già in grande difficoltà (gli ascolti della nona stagione stanno registrando un record negativo dopo l'altro), AMC ha diffuso un trailer di What Comes After il quale suggerisce che quella di Rick sarà un'ultima ora molto sofferta e introspettiva.

L'anteprima mostra un Rick sanguinante, sofferente e capace a fatica di reggersi in piedi aggirarsi tra orde di zombie sul suo cavallo bianco prima e senza dopo. Mentre alcuni flash lo riportano con la memoria ad alcuni momenti cruciali della sua sopravvivenza - l'ospedale dove lo abbiamo incontrato la prima volta, la chiacchierata in auto con Shane (Jon Bernthal), ecc. - la situazione per lui si fa sempre più complicata, come le sue condizioni, mostrandolo infine in piedi su un mare di cadaveri. Molte di queste saranno probabilmente le allucinazioni di un moribondo, mentre reali sono i sentimenti che Lincoln ha condiviso in una lunga lettera indirizzata ai fan.

"Grazie... Per averci accompagnato lungo questo viaggio. Per i nove anni di paura, sofferenza, rabbia e, diciamolo pure, budella cui vi siete prestati in tutti questi episodi", ha scritto l'attore. "Per aver capito che, nonostante l'elevato numero di non-morti, questa è in realtà una storia su ciò che significa essere vivi. Una storia di speranza, famiglia e amicizia. Persone senza nulla in comune che scoprono di avere tutto in comune. Uniti nella loro ricerca di umanità e di un posto da chiamare casa. Una storia che forse ha molta più rilevanza oggi di quanto ne aveva quando abbiamo cominciato. È stato il ruolo più elettrizzante, stimolante e appagante della mia carriera - e per quasi un decennio, la più grande avventura della mia vita professionale. In questa stagione ho visto la serie di cui mi sono innamorato anni fa, e il mondo verso cui eravamo diretti quando abbiamo girato l'episodio pilota".

"Stando al mio contro approssimativo, ho ucciso oltre 400 zombie nel corso dell'apocalisse. Perso un cavallo, trovato un cavallo. Perso una donna... non è andata altrettanto bene. Mangiato un cane una volta. Indossato un poncho di carne due volte. Fuggito da un gruppo di cannibali hipster. Senza dimenticare che mi hanno sparato due volte, colpito con una mazza da baseball, pugnalato tre volte, ho morso la gola di uomo (mi spiace - è stato strano - e sapeva di pollo) e sistemato gli stivali da cowboy... 12 volte", ha continuato. "Abbiamo iniziato come film indipendente e, anni dopo, siamo diventati un acronimo di tre lettere [TWD]. E lungo la strada, abbiamo avuto il piacere unico di incontrare gli appassionati di zombie in tutto il nostro bellissimo pianeta blu. Da Tokyo a Trinidad, le persone sono state unite dal loro amore per questa storia di sopravvivenza... e dai capelli straordinariamente deliziosi di Norman Reedus".

E ha concluso: "È stata una corsa sfrenata, plasmata dal rapporto tra la serie e i fan, e non in piccola parte anche dalle brave persone della stampa. Non vedo l'ora di continuare a vedere la vostra passione per lo show e i miei amici di Atlanta nelle stagioni a venire - quello che abbiamo pianificato è alquanto incredibile. Quindi grazie. Per tutto questo. Per il bello, e il brutto... e, naturalmente, non avremmo una stampa libera senza il brutto. Fino a quando le nostre strade non si incontreranno di nuovo, mantenete la calma e tenetevi al sicuro".



Emanuele Manta
  • Redattore specializzato in Serie TV
  • Appassionato di animazione, videogame e fumetti
Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento