Spie sotto copertura: la recensione del film d'animazione

27 luglio 2020
4 di 5

Uno degli ultimi film usciti col marchio della 20th Century Fox, è disponibile in streaming su Disney+ e Amazon Prime Video, ed è davvero da non perdere.

Spie sotto copertura: la recensione del film d'animazione

Lance Sterling è un agente segreto super-cool: impeccabile, letale, egocentrico. Un mix non equilibrato tra 007 e il Mike Lowrey di Bad Boys, quello interpretato da Will Smith, che non a caso presta la voce originale al personaggio.
E poi c'è Walter Beckett, un giovane e geniale scienziato della sezione dell'Agenzia che si occupa di armi e gadget, uno che però fin da bambino è stato "strano", e inventa cose che non tendono a uccidere o eliminare, ma a proteggere e neutralizzare: cose tipo nubi di glitter coi gattini del mezzo, che fanno perdere ai cattivi la voglia di essere tali, senza però far loro del male.
Due che più diversi non potrebbero essere, il cool e lo "strano", l'uomo che lavora sempre da solo e quello che crede nell'abbraccio universale, quello che elimina e quello che vorrebbe unire, che finiscono insieme per forza quando il primo si tramuta in un piccione parlante per via dell'ennesima invenzione del secondo, mentre l'Agenzia li crede traditori per colpa di un villain che ha rubato l'identità di Lance e vuole uccidere tutti gli agenti del mondo. Inutile dire che tra i due imparerà di più dall'altro. O no?

Dentro Spie sotto copertura ci sono tantissime cose, ed è abbastanza sorprendente vedere quanto bene riescano a stare tutte assieme.
C'è la storia di spionaggio e c'è la commedia, c'è l'azione e c'è il sentimento; ci sono i richiami che vanno da Gli Incredibili a Independence Day (ancora Smith), ma sempre senza plagi; c'è l'eleganza dell'animazione, che alterna e integra una chiara tendenza alla stilizzazione più elegante con uno stile più comicamente cartoonesco; c'è il canovaccio generale della spy-story e ci sono le sottotrame che riguardano i due protagonisti, e che riescono a intrecciarsi e fondersi a loro volta.
Gestire tutto questo materiale senza aggrovigliarlo o rimanerci impigliati dentro non era facile, ma i neo-registi Nick Bruno e Troy Quaine ci sono riusciti molto bene: grazie alla padronanza della tecnica, che è indiscutibile nel modo in cui riescono a far coesistere estetiche spesso agli antipodi, ma anche a un copione davvero ben scritto (uno degli autori, Brad Copeland, è un veterano di Arrested Development, e si sente) che è in grado di gestire con intelligenza una serie di nodi narrativi chiave che sono esemplari senza diventare mai banali.

Basta vedere, per fare un semplice esempio, come Spie senza copertura gestisce la storia di Walter e di sua madre, tanto per fare un esempio. O la pur scontata "conversione" di Lance all'ideologia di Walter. O anche quella singola scena in cui Lance si ritrova di fronte a un cattivo che ha esattamente il suo volto quando gli spiega che è stato lui, con le sue azioni passate, a crearlo:che poi questo tema, un tema che si applica con estrema facilità alla politica estera statunitense degli ultimi anni e non solo, regali a Spie sotto copertura anche uno spessore politico, è tanto di guadagnato.
Ma anche rimanendo in superficie, Spie sotto copertura è divertente e elettrizzante, senza mai dare l'impressione di un eccesso di accumulazione a dispetto della quantità - di temi, eventi, situazioni, stimoli visivi - che mette in scena.

Dal Giappone a Washington, da Playa del Carmen a Venezia, fino a un'isola sperduta del Mare del Nord, i protagonisti di Spie sotto copertura ci portano a fare un divertente giro di giostra, mentre imparano a conoscere meglio loro stessi, e a conoscersi reciprocamente, fino alla ovvia ma necessaria rivincita di tutto ciò che è strano, insolito, laterale. All'idea che il male si possa fermare con metodi che non generino altro male, alla possibilità di un'alternativa.
Senza dubbio il miglior film targato Blue Skye Studios che sia stato prodotto finora, nonché uno dei migliori film d'animazione non Pixar degli ultimi anni.



  • Critico e giornalista cinematografico
  • Programmatore di festival
Suggerisci una correzione per la recensione
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
lascia un commento