Punta sacra: la recensione

22 ottobre 2020
3.5 di 5
32

L'energia di una comunità così lontana e così vicina in un documentario appassionante, alla scoperta di un piccolo triangolo di mondo, fra la fine e l’inizio. Ecco la recensione di Mauro Donzelli del documentario di Francesca Mazzoleni Punta Sacra.

Punta sacra: la recensione

Il presente non è mai un quieto vivere, ma è sempre un vorticoso rimpianto del passato, preso in mano da un manipolo di coraggiosi per rivendicare un futuro. La malinconia della fine e l’energia di un nuovo inizio, proprio come le acque del fiume alla foce che si getta in un mare che promette una nuova vita. “Il fiume che ritorna al mare come simbolo di libertà”, come dice un prete ormai di casa in quella terra estrema, per cui ha provato un fascino e un richiamo speciali.

Sono fragili le radici di chi dieci anni fa ha visto demolite le proprie case abusive. Siamo nel triangolo formato dalla foce del Tevere che si getta nel mare, Idroscalo di Ostia, in cui le baracche hanno sostituito le abitazioni e un gruppo di famiglie vuole rimanere a vivere lì, in un luogo così lontano eppure così vicino, ancora comune di Roma, distante più nell’immaginario che geograficamente. Un posto di una bellezza straziante, come il mare d’inverno, che in alcune immagini del documentario ci sembra quasi un lembo di terra sospeso in uno scenario da mari del nord, ma in cui ancora aleggia la figura di Pasolini, non come un fantasma del passato, ma ancora capace di suscitare feroci discussioni, fra “comunisti e fascisti”, all’interno di questa specie di famiglia allargata al femminile, che la Mazzoleni così brillantemente ci racconta nella propria quotidianità.

Scordatevi luoghi comuni, o sciatte scorciatoie con cui raccontare il “disagio sociale”, inteso come etichetta, come un brand registrato per i pigri e per chi non ha voglia di conoscere e ascoltare. Due imperativi per la Mazzoleni, che in Punta sacra raggiunge un difficile equilibrio fra distacco e totale identificazione, permettendo ai personaggi di raccontarsi, di raccontare le loro storie, creando il flusso di una narrazione seducente, dal sapore antico, ritmata dalle onde del mare, dal fiume giunto esausto agli ultimi metri, e da un vento sempre presente. Per non parlare di un’altra colonna sonora, quella musicale, che accompagna al meglio questo luogo di bellezza selvaggia, quasi intimidito dalla vicinanza della città eterna.    

Generazioni diverse che si confrontano, dialogano, non perdono di vista le radici pur guardando al futuro, con la sete di conoscere il mondo e la cultura come strumento per esprimersi e crescere. Nessuna voglia di fuga o evasione, da una terra che non sanno neanche ben definire, ma che talvolta, quando meno te l’aspetti, fra mille ostacoli, sembra un paradiso. 

Punta Sacra
Il Trailer Ufficiale del Film - HD


  • critico e giornalista cinematografico
  • intervistatore seriale non pentito
Suggerisci una correzione per la recensione
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
lascia un commento