Mamma, ho riperso l'aereo: mi sono smarrito a New York

Mamma, ho riperso l'aereo: mi sono smarrito a New York

( Home Alone 2: Lost in New York )
Voto del pubblico
Valutazione
3.9 di 5 su 33 voti
Genere: Comico
Anno: 1992
Paese: USA
Durata: 120 min
Distribuzione: Twentieth Century Fox - 20th Century Fox Home Entertainment
Mamma, ho riperso l'aereo: mi sono smarrito a New York è un film di genere comico del 1992, diretto da Chris Columbus, con Macaulay Culkin e Joe Pesci. Durata 120 minuti. Distribuito da Twentieth Century Fox - 20th Century Fox Home Entertainment.

TRAMA MAMMA, HO RIPERSO L'AEREO: MI SONO SMARRITO A NEW YORK

Mamma, ho riperso l'aereo: mi sono smarrito a New York, è un film del 1992 diretto da Chris Columbus. La numerosa famiglia McCallister decide di passare le vacanze natalizie in Florida. Questa volta i genitori si assicurano di non dimenticare nuovamente Kevin (Macaulay Culkin) come l'anno precedente, ma nella confusione dell'aeroporto il ragazzino perde di vista la sua famiglia e, scambiando un signore per suo padre Peter (John Heard), lo segue e si imbarca su un aereo sbagliato giungendo inconsapevolmente a New York.
Mentre i genitori cominciano le ricerche da Miami, il piccolo Kevin approfitterà della situazione per dare inizio una vacanza da sogno extra lusso con la carta di credito del papà, rimasta nel suo zainetto. Kevin prenota una costosissima suite al Plaza Hotel facendo credere al personale dell'albergo che sia in compagnia del padre, ma quando verrà scoperto dovrà inventarsi di tutto per non essere cacciato.
Nel frattempo il piccolo McCallister si imbatte anche nei due malviventi che il Natale precedente avevano cercato di svaligiare la sua casa, Harry e Marv (interpretati da Daniel Stern e Joe Pesci), evasi da poco di prigione e che si trovano a New York per derubare il famoso negozio di giocattoli Duncan la notte della vigilia. Ma anche questa volta dovranno prima fare i conti con Kevin, contro cui si vogliono vendicare dopo averlo incontrato per le strade della città.
Il coraggioso bambino non si lascia però intimidire e, una volta venuto a conoscenza del loro intento di rubare i fondi del negozio destinati ad un ospedale pediatrico, farà di tutto per sventare i piani dei due ladri imbranati, attirandoli con uno stratagemma nella vecchia casa dei suoi zii dove ad attenderli ci sarà una serie di trappole esilaranti.
Tra nuove amicizie e una battaglia a suon di trabocchetti, anche questo Natale si rivelerà per Kevin più movimentato del previsto...

Guardalo subito su Prime Video

CRITICA DI MAMMA, HO RIPERSO L'AEREO: MI SONO SMARRITO A NEW YORK

Non vi sono dubbi. Anche il secondo film del monello Macaulay Culkin, che, perdendo aerei, ma anche battendo ladri malvagi, ha guadagnato e fatto guadagnare ai produttori milioni di dollari, ne frutterà ancora. Forse il primo film "Mamma ho perso l'aereo), era più semplice e fresco. Qui il bambino è cresciuto, i suoi trucchi risultano più complessi e, a volte, più cattivelli. E' doveroso anche ammettere che l'assedio dei due evasi alla casa vuota e paura nella notte si rivela un pò lungo, oltre che eccessivo per il genere degli scherzi architettati. Poichè peraltro, tutta la vicenda è in stile farsesco e ricca di buffonesche trovate, l'indulgenza si impone. Il Natale è presente come occasione vacanziera, nel suo clima festoso e con le sue luci sfavillanti, ma non mancano le venature e i riflessi dei buoni sentimenti il rapporto affettuoso tra il monello e i suoi cari, quello con la strana "donna dei piccioni", l'offerta per l'ospedale infantile (con un pò dei dollari di papà), la letterina al re dei giocattoli. E qui, se mai, c'è un pò della melassa di molti film appunto "natalizi". Il ragazzo smarrito, ma impavido, si ritaglia la sua vacanza personale, dà prove concrete, a volte è un tantino sentenzioso si concede è vero la soddisfazione di mettere in ginocchio e fra le piume i suoi incalliti aggressori, ma alla fine è felice di rientrare alla base familiare. Qualche gag, molti sorrisi e considerato appunto il genere farsesco, ma senza la minima grossolanità verbale o negli eventi. Tutto sommato un film di divertente evasione. (Segnalazioni Cinematografiche)

CURIOSITÀ SU MAMMA, HO RIPERSO L'AEREO: MI SONO SMARRITO A NEW YORK

Mamma, ho riperso l'aereo: mi sono smarrito a New York è il sequel del film Mamma ho perso l'aereo del 1990.

Il film è diventato un vero e proprio cult, incassando ben 359.000.000 dollari in tutto il mondo. Non è riuscito, però, ad eguagliare il successo economico del primo capitolo, che di dollari ne ha incassati 475.000.000.

Per tornare nei panni di Kevin, a Macaulay Culkin furono offerti 4.5 milioni di dollari, il compenso più alto mai dato ad un bimbo di 12 anni.

Entertainment Weekly, all’epoca, intervistò un dottore per chiedergli quali sarebbero stati gli effetti reali di tutti i trabocchetti ai quali Kevin sottopone i ladri Marv e Harry. Ebbene, il dottore disse che solo l’incidente con i mattoni che colpiscono in pieno volto i due delinquenti, avrebbe causato loro danni al cervello, se non addirittura la morte.

Il fratello minore di Macaulay Culkin, Kieran, nel film interpreta il ruolo di suo cugino Fuller, il bimbo che fa la pipì a letto.

L’operatrice dell’hotel con cui Kevin fa la prenotazione, fingendo di essere suo padre, è interpretata da Monica Devereux, moglie del regista Chris Columbus.

Le scene all’aereoporto sono state quelle più difficili da girare, non solo per motivi logistici, ma soprattutto perché Macaulay Culkin, grazie al primo film, era diventato una vera e propria celebrità e, per lui e per il cast, fu necessario un servizio di protezione extra per i paparazzi e per i fans.

Nella scena in cui Kevin chiede un'informazione nella hall dell'albergo, l’uomo che gli risponde è il magnate e attuale Presidente degli Stati Uniti d'America Donald Trump, proprietario del Plaza all'epoca del film. Trump, lo ha poi venduto a Troy Richard Campbell, nel 1995, per 325 milioni di dollari.

A tutti i bambini che partecipano alla scena del negozio di giocattoli “Duncan”, fu permesso di prendere il loro giocattolo preferito, come parte del loro compenso.

La donna dei piccioni è la grande attrice Brenda Fricker, premio Oscar come Migliore attrice non protagonista, nel 1990, per il ruolo della signora Brown nel film “Il mio piede sinistro”, di Jim Sheridan.

INTERPRETI E PERSONAGGI DI MAMMA, HO RIPERSO L'AEREO: MI SONO SMARRITO A NEW YORK

Attore Ruolo
Macaulay Culkin
Kevin
Joe Pesci
Harry
Daniel Stern
Marv
Catherine O'Hara
Kate
John Heard
Peter
Joe Liss
Skycap
Michael Maronna
Jeff
Ralph Foody
Gangster
Teri McEvoy
Agente 3
Jaye P. Morgan
Prete 2
Senta Moses
Tracy
Rob Schneider
Fattorino
Terrie Snell
Zia Leslie
Ally Sheedy
Addetto Biglietteria
Maureen E. Shay
Linnie
Rip Taylor
Prete 1
Jimmie Walker
Prete 3
Tim Curry
Portiere
A.M. Columbus
Skycap
Aimee Devereux
Contestant 2
Devin Ratray
Buzz
Gerry Bamman
Zio Frank
Eddie Bracken
Sig. Duncan
Daiana Campeanu
Sondra
Kieran Culkin
Fuller
Jedidiah Cohen
Rod
Monica Devereux
Centralinista
Patricia Devereux
Contentant 1
Bob Eubanks
Ding-Dang-Dong Host
Brenda Fricker
Signora Dei Piccioni
Dana Ivey
Impiegata
Clare Hoak
Gangster "Donna"
Leigh Zimmerman
Indossatrice
Hillary Wolf
Megan
lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming