Inside Out: la recensione del nuovo film Pixar di Pete Docter

18 maggio 2015
4.5 di 5
178

Torna Pete Docter e il suo genio: ancora un grandissimo lavoro.

Inside Out: la recensione del nuovo film Pixar di Pete Docter

Non sono mica le divertentissime e a tratti geniali idee di rappresentazione del funzionamento di un cervello. Non i cinque oramai notissimi personaggi che incarnano ognuno un'emozione, con risultati spesso esilaranti, né l'idea delle biglie colorate che contengono i ricordi, il treno dei pensieri, la spaventosa caverna dell'inconscio, il surreale parco dell'immaginazione, le isole della personalità, la camera dell'astrazione.
Fosse solo quello, Inside Out sarebbe stato solo una versione più intelligente, colta, creativa e tecnicamente raffinata di Osmosis Jones. O di Siamo fatti così.
E invece il nuovo film da regista del Pete Docter che ha firmato già tutti i massimi capolavori della Pixar (è il regista di Monsters & Co. e di Up, e autore dei soggetti dei primi due Toy Story e di Wall-E) è molto di più: è un film di commovente intensità sul grande passaggio e spauracchio della crescita, che riguarda tanto i piccoli, quanto i grandi; nonché un incredibile manuale utile per far capire davvero le teste dei figli a tanti genitori.

11 anni, un'adolescenza che è alle porte ma che ha ancora non ha suonato al campanello, Riley percorre quel sottile crinale che separa l'essere bambini dal trasformarsi in qualcosa di altro. E a farle perdere improvvisamente l'equilibrio è un trasloco, reso necessario dal lavoro di mamma e papà, che la allontana dal natio Minnesota, dagli amici, dall'amato hockey.
Tanto è lei a essere impreparata a questo evento, quanto lo sono le emozioni che governano il suo cervello a gestire reazioni spesso inedite: e più di tutte è impreparata Gioia, fino a quel momento leader indiscussa e benevola della plancia di comando del cervello della ragazzina. Per tacer dei genitori.
Dall'impreparazione alla perdita di controllo, il passo è breve. E di lì a un terrificante e catastrofico effetto domino che rischia di radere al suolo e trasformate completamente il paesaggio interiore di Riley, anche.

Eppure, racconta Inside Out, il passaggio compiuto dalla protagonista, dalle protagoniste, non era solo inevitabile (non ci fosse stato un trasloco, l'avrebbe accelerato qualcos'altro) ma perfino necessario, in tutta la sua drammaticità. Perché l'impreparazione al cambiamento altro non è che un'impreparazione di fronte a quell'aumento di complessità che, volenti o nolenti, siamo tutti costretti ad affrontare (e a più riprese) nella nostra vita.
Il viaggio di Gioia nel mondo interiore di Riley, e quello della ragazzina in quello reale, altro non sono che lo spostamento da un universo dominato (da poche ed essenziali emozioni pure ed elementari (o magari ridotto a esse), alla consapevolezza dell'esistenza delle sfumature, delle mescolanze: della complessità.

Per quanto si possano rimpiangere alcuni aspetti (che però non spariranno mai, volendo), crescere non è affatto una cosa orribile, ma di certo non è semplice: e come Gioia dovrà imparare a comprendere il ruolo (importantissimo) giocato da Tristezza nel corso del film, allo stesso modo Riley dovrà imparare a considerare in modo diverso una vita dove i piani, le relazioni e le correlazioni diverranno sempre più intricati.
Con la capacità di suscitare risate irrefrenabili e di spingere alla commozione che lascia allibiti per la sua apparente semplicità, Inside Out rimescola le emozioni proprio come nel suo racconto, ci porta indietro negli anni e ci racconta del futuro nostro e dei nostri figli, concilia la purezza emozionale dell'infanzia con le capacità di comprensione e esposizione degli adulti.
Regala, insomma, un viaggio emotivo, un momento di sintesi e introspezione che va goduto a fondo, conservando come ricordi preziosi, in splendide biglie colorate, ogni risata e ogni lacrima.
Preparatevi, saranno tante sia le prime che le seconde.


 



  • Critico e giornalista cinematografico
  • Programmatore di festival
Suggerisci una correzione per la recensione
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
lascia un commento