Il Piccolo Principe: la recensione del film d'animazione ispirato al racconto di Saint-Exupéry

22 maggio 2015
3 di 5
167

Un film diretto da Mark Osborne con un cast vocale di gran livello.

Il Piccolo Principe: la recensione del film d'animazione ispirato al racconto di Saint-Exupéry

Pochi libri per ragazzi contengono la magia de "Il Piccolo Principe" di Antoine de Saint-Exupéry. Lettura obbligata per chi inizia a cavarsela nella lettura, come pochi altri classici accompagna da generazioni la crescita di tanti bambini. Bisogna dire subito che in questo primo adattamento in animazione di Mark Osborne, gia regista di Kung Fu Panda, protagonista non è il personaggio del titolo.

Infatti il cuore della vicenda è legata a una ragazzina che viene istradata dalla madre verso un percorso di studio rigorosissimo fin da piccola. I suoi ritmi di studio frenetici vengono però rallentati dal rapporto sempre più stretto che la lega a un vicino eccentrico, un vecchiarello che era aviatore. Il suo ruolo sarà quello di introdurla al mondo affascinante a cui da lui scoperto molti anni prima grazie all’incontro con il Piccolo Principe. Fino a qui il film utilizza uno stile vicino a quello dei migliori prodotti di animazione CGI degli ultimi anni, con una dominanza cromatica grigia, come il mondo in cui la protagonista viene rinchiusa dalla madre.

Molto diverso, sfavillante e animato in stop motion, è il fanciullesco stile visivo delle vicende raccontate dal Piccolo Principe, lungo i territori che chi ama e conosce il libro troverà familiari. Una scelta intelligente di questo kolossal dell’animazione europea - per l'esattezza francese - è stata proprio quella di evitare un adattamento pedissequo del libro, ma di realizzare un’opera sulla trasmissione della memoria di quel “vangelo” per ragazzi. Cercando di attualizzare il messaggio ha inserito un campanello d’allarme sul rischio dell'omologazione, di una crescita lungo binari preconfezionati soffocando la propria personalità, la creatività.

Addirittura è un inspospettabile che dimentica la lezione dei racconti del ragazzo proveniente da un altro pianeta, in un viaggio che ad un certo punto diventa incubo, quando la ragazzina arriva in un mondo senza stelle, né racconti, grigia catena di montaggio di volti lunghi e incupiti da un fordismo esistenziale senza speranza. Qualche volo riuscito, alcune cadute o rallentamenti, Il Piccolo Principe non è certo magico come il materiale di partenza, ma del resto come potrebbe? Rimane un tentativo lodevole e con alcuni spunti interessanti che potrà svolgere una funzione di stimolo per adulti e ragazzi, lasciandoli con la voglia di leggere il libro, di imparare a sognare un proprio mondo, a disegnare un pianeta lontano, crescendo con la voglia di renderlo simile a quello in cui vivono loro, i loro amici, i loro cari.




  • giornalista cinematografico
  • intervistatore seriale non pentito
Suggerisci una correzione per la recensione
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
lascia un commento