Il permesso - 48 ore fuori

Titolo originale: Il permesso

share
Poster
VOTO COMINGSOON
VALUTAZIONE

3 di 5 su 1 voti

Claudio Amendola, alla sua seconda regia, è il burattinaio di tre uomini e una donna di età ed estrazione sociale differenti, che devono decidere come utilizzare questa una breve finestra di libertà prima che si richiuda.
A Luigi, Donato, Angelo e Rossana sono state concesse 48 ore di permesso fuori dal carcere di Civitavecchia. Per motivi differenti si trovano in galera, dove devono scontare il loro debito con la giustizia. Ma adesso sono fuori, e devono decidere in che modo spendere il poco tempo che gli è stato concesso. Vendetta, redenzione, riscatto, amore. Una volta usciti ognuno di loro dovrà fare i conti con il mondo che è cambiato mentre erano dentro.

CURIOSITÀ SU IL PERMESSO - 48 ORE FUORI:

Il permesso - 48 ore fuori è il secondo film da regista di Claudio Amendola dopo La mossa del pinguino del 2013.

Claudio Amendola e Luca Argentero hanno già lavorato insieme nel 2013 in Cha Cha Cha di Marco Risi e nel 2015 in Noi e la Giulia.

La preparazione fisica di Luca Argentero è stata incentrata su una dieta rigida e un duro esercizio. Si è allenato a Torino con alcuni ragazzi che insegnano Thai Boxe in modo da poter dimostrare in scena di sapersi muovere durante i combattimenti a mani nude, e si è sottoposto a una lunga dieta, però che più che perdere chili li ha "trasformati" - si è poi preparato con Claudio Pacifico, stunt coordinator del film, sia per le coreografie sia per le scene particolarmente movimentate.

SOGGETTO:

La sceneggiatura del film nasce nato dalla collaborazione tra Giancarlo De Cataldo, già autore di Suburra e Romanzo Criminale, Claudio Amendola e Roberto Jannone.

Lascia un Commento
Lascia un Commento