Il capo perfetto: recensione della commedia sociale con Javier Bardem

23 dicembre 2021
3.5 di 5
5

Un imprenditore illuminato, pieno di umanità e da molti considerato Il capo perfetto. Non tutto è come sembra, anzi quasi niente, in questa commedia amara sociale di Fernando León de Aranoa con un ottimo Javier Bardem che è in shortlist agli Oscar per la Spagna. La recensione di Mauro Donzelli.

Il capo perfetto: recensione della commedia sociale con Javier Bardem

Nessuna azienda in crisi, per una volta, ma l’ordinaria gestione di una fabbrica e del suo proprietario. Il capo perfetto, come indica un titolo chiaramente ironico che ci prepara a un film che frequenta con grande disinvoltura i territori della commedia nera, mescolando durezza del sottotesto sociale con una leggerezza troppo spesso scambiata per superficialità. Ben venga il cinema di denuncia sociale francese di un Brizé, che insegue un booster di anticorpi sociali in un contesto troppo spesso silente. Ma ben venga anche Fernando León de Aranoa, che sposta l’attenzione dalla rottura della quiete aziendale a causa delle recenti crisi in serie e delocalizzazioni a una realtà molto localizzata, ordinaria e tradizionale. E anche di successo.

Proprio così, perché Blanco, ovvero Javier Bardem, si sta concentrando per completare la sua parete dei trofei con un nuovo premio regionale per l’eccellenza, a cui concorre con ottime possibilità di vittoria. Produce bilance industriali da decenni, ha ereditato dal padre e si gode la vita come signorotto di provincia, amico del sindaco e delle varie autorità. A bordo piscina sfoglia il giornale la domenica insieme alla moglie, che occupa le giornate con un negozio di abbigliamento in centro, mentre lui è stimato per una grande umanità e l’equilibrio indispensabile per un produttore di bilance. Il primo a piacersi è lui, che mette il suo carisma e il suo fascino al servizio delle giovani stagiste dell’impresa. Verso una in particolare sente il dovere di un’attenzione squisitamente umana. Risponde a modo suo alle sfide della contemporaneità, attento alle vite personali dei suoi dipendenti, più che altro affinché non si ripercuotano negativamente sulla loro performance lavorativa. “Siamo una grande famiglia”, non smette di ricordare ogni minuto ai suoi “adorati” dipendenti. Anche quando deve accompagnare qualcuno alla porta, ma sempre in maniera “molto umana”. Come una gamba che va amputata per non pregiudicare l’organismo, o un bonsai da potare.

Insomma, Blanco tende a confondere la responsabilità sociale dell’imprenditore, fra i maggiori datori di lavoro di zona, con il capriccio arbitrario del tiranno nel suo regno. Ogni giorno mette in scena una rappresentazione che somiglia alla precedente, in cui gli interpreti entrano nei loro personaggi nascondendo con sempre maggiore difficoltà quello che veramente accade dietro le quinte. Le dinamiche non sono sempre limpide, e Blanco si muove sull’orlo della manipolazione senza troppi scrupoli etici. La quiete dello spettacolo viene turbata da un dipendente appena cacciato, che non accetta la decisione che lo rovina e si piazza all’entrata della fabbrica con i figli a cui non riesce più a badare. Facendo rumore e attirando l’attenzione. C’è di che compromettere la vittoria del premio.

Il capo perfetto regala una nuova interpretazione mirabile di Bardem, capace di risultare carismatico e in fondo anche simpatico nonostante la sua perfidia sottile. Si innescano una serie di disastri che rendono questa storia appassionante e molto più realistica di quanto ci piacerebbe ammettere. Una tragedia sulla mediocrità, un melodramma grottesco recitato con maschere sempre più trasparenti, che ci pone di fronte a come sia ordinaria amministrazione truccare la bilancia perché la misurazione risulti esatta.



  • critico e giornalista cinematografico
  • intervistatore seriale non pentito
Suggerisci una correzione per la recensione
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
lascia un commento