Coupez!, la recensione della commedia zombie di Michel Hazanavicius che ha aperto il Festival di Cannes 2022

18 maggio 2022
3 di 5
5

Remake fedelissimo del film giapponese del 2017 uscito in Italia col titolo di Zombie contro Zombie, ma con una differenza sostanziale. In breve, meno "teoria", meno inventiva, ma più cuore, più consapevolezza, più pagliaccioneria. Cinema di e in famiglia.

Coupez!, la recensione della commedia zombie di Michel Hazanavicius che ha aperto il Festival di Cannes 2022

Girata con due spicci, la commedia horror giapponese Zombie contro Zombie, che ha incassato milioni in tutto il mondo, mescolava l'horror a basso budget, il metacinema, l'amore il cinema tutto e dinamiche alla Boris (intesa come serie tv) in maniera spericolata e innovativa, riuscendo nel piccolo miracolo di tenere tutto assieme, e in piedi.
Ora quel film l'ha rifatto il francese Michel Hazanavicius (che, bisogna ricordare, non è solo quello di The Artist ma anche di due film di OSS-117), con un po' più di soldi a disposizione e anche la vetrina dell'apertura del Festival di Cannes 2022.
L'ha rifatto rimanendo fedele, fedelissimo alla struttura originale di quel film; e anche nel suo, di film, che si intitola Coupez!, c'è un regista cui viene chiesto di essere fedelissimo all'originale nipponico di cui sta realizzando un remake.
Quindi, come accadeva in Zombie contro Zombie, la prima mezz'ora di Coupez! è uno zombie movie a bassissimo budget che ci appare sconclusionato e d'inspiegabile dilettantismo, e a suo modo, quindi, piuttosto comico. Poi una serie di flashback ci spiegano cosa fosse quella roba lì che abbiamo appena visto, come i suoi protagonisti ci sono finiti dento e, soprattutto, come è stato girato, e perché ci appare quello che appare. Tutto uguale identico all'originale, compresa l'enfasi sui sentimenti familiari, su una traiettoria padre-figlia che qui Hazanavicius ha pompato ulteriormente mettendo nel film non solo, comme d'habitude, la moglie Bérénice Bejo, ma anche la loro figlia Simone (il papà-regista, nel film, lo fa invece Romain Duris).

Che dire, allora? Funziona, Coupez!?
Sì, funziona, perché il meccanismo era collaudato, la professionalità di Hazanavicius e del suo cast sono innegabili, il divertimento non manca (specie nella seconda parte). Resta il dubbio del senso che possa avere, oggi come oggi, rifare in maniera così pedissequa un film, sebbene orientale, sebbene poco noto, e quindi considerato poco esportabile, alla faccia dei Parasite e dei loro premi (pure a Cannes, guarda un po').
Poi certo, se non lo si è visto, il film giapponese di Shin'ichirô Ueda, il godimento da spettatore è ancora maggiore.

A ben pensarci, però, una differenza tra questo Coupez! e il film di Ueda (che in Francia era intitolato... Ne coupez pas!) c'è. Ed è pure abbastanza sostanziale.
Ueda, in buona sostanza, raccontava di una troupe scalcinata che doveva girare un film di zombie a basso costo, in piano sequenza e pure trasmesso in diretta tv, e che veniva attaccata da "veri" zombie. Esattamente come fa Hazanavicius.
Ueda, però, nella prima parte del suo film faceva sembrare l'attacco dei morti viventi alla troupe una cosa abbastanza vera, mentre il francese sembra voler dichiarare da subito come tutto sia una goffa finzione.
Ed è forse questa goffaggine esibita, questa rinuncia all'inganno, che è al tempo stesso il punto più debole di Coupez! ma anche il suo più forte, perché al centro di tutto c'è l'amore e la passione per il cinema, che va bene anche quando fatto male (o in maniera fin troppo consapevole, come a tratti succede a Hazanavicius in Coupez!). Ma c'è anche la voglia di dire che la teoria, se così possiamo definirla, l'ha già declinata qualcuno prima, e allora, in questo remake, non resta altro che fare i pagliaccioni, che va sempre bene.
Con sentimento, s'intende. Coi padri e con le figlie.
Ma anche con Matilda Lutz che, metacinema per metacinema, rifà a tratti la sé stessa di Revenge.



  • Critico e giornalista cinematografico
  • Programmatore di festival
Suggerisci una correzione per la recensione
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
lascia un commento