Bob's Burgers: Il film, la recensione dello sbarco al cinema della famiglia Belcher

24 maggio 2022
3 di 5

L'autore della serie Bob's Burgers e uno dei suoi registi più attivi portano al cinema la famiglia Belcher, una degli eredi di quell'umorismo da sitcom animata figlio dei Simpson. La nostra recensione.

Bob's Burgers: Il film, la recensione dello sbarco al cinema della famiglia Belcher

Proprio quando si avvicina la scadenza dell'affitto e la banca ha rifiutato loro un prestito, una voragine si apre davanti al Bob's Burgers, mandando in malora gli affari di Bob e Linda. Mentre i due si ingegnano per trovare una soluzione, con l'aiuto non richiesto ma come sempre affettuoso del miglior cliente Teddy, i tre figli Louise, Tina e Gene fanno una scoperta senzazionale proprio all'interno del baratro... qualcosa di sinistro è successo anni addietro al parco di divertimenti Wonder Wharf, gestito dai fratelli Calvin & Felix Fischoeder con il loro cugino Grover.

C'è una regola non scritta (e non sempre rispettata, vedasi I Griffin, ancora in attesa), secondo la quale una serie animata di successo, dopo svariate stagioni, viene benedetta ufficialmente con un'avventura cinematografica dei suoi protagonisti. La sitcom cartoon Bob's Burgers, lanciata nel 2011 da Loren Bouchard per la Fox e ormai arrivata a quota dodici stagioni (ora tutte su Disney+), approda quindi sul grande schermo con questo Bob's Burgers - Il film, codiretto da Bouchard con Bernard Derriman, uno dei registi più attivi nello show.
Come accadde già nel 2007 con I Simpson - Il film di David Silverman, non siamo di fronte a qualcosa che possa destare un enorme interesse in chi non conosca o sia già affezionato alle vicende degli episodi televisivi. Sia chiaro: Bouchard e la sceneggiatrice Nora Smith sono stati molto attenti a rendere comprensibili personaggi e storia a chi sia a digiuno del cartoon originale, ma è il sapore ultimo dell'esperienza a mancare a chi non abbia familiarità con i Belcher. Per esempio, colpirà particolarmente gli appassionati la genesi finalmente rivelata delle orecchie di coniglio di Louise. Più in generale, in questi casi conta molto l'emozione di accompagnare i propri beniamini, ciascuno alle prese con sfide personali, dal salotto di casa alla sala cinematografica.

Bob's Burgers - Il film mantiene il taglio del cartoon televisivo, in particolare nei numerosi tentativi di superare la barriera del suono con la velocità dei dialoghi e dei botta e risposta: l'ironia non manca mai, alcune considerazioni sono spassose, però il ritmo trasmette una certa ansia, perché non dà spesso nemmeno il tempo di ridere di quello che accade. Dai Simpson fino a oggi, passando per I Griffin, Bob's Burgers si conferma più vicino all'originale satira sociale di Homer & C., con maggiore bonomia rispetto agli esordi della serie di Groening: certo molti elementi sono recepiti dagli adulti, ma non c'è mai nemmeno tanto di che scandalizzare i più piccoli. Demenziale l'aggiunta di numeri musicali, eseguiti con adeguata goffaggine, a potenziare la facilità di immedesimazione dello spettatore medio in questa famiglia che in fondo più media non potrebbe essere. A dispetto dello spudorato uso golardico di voci maschili su personaggi femminili, c'è infatti sempre una certa solidità e credibilità di caratterizzazione in tutti i Belcher.

Bob's Burgers - Il film è idealmente un lungo episodio di un'ora e mezza, dove l'ambizione cinematografica non è tanto in uno stravolgimento troppo epico delle vicende (un azzardo accuratamente evitato da Bouchard e la sua squadra), quanto nel respiro stilistico e tecnico: il budget aumentato rispetto alla serie consente più dettaglio, più scenografie, più dinamismo di camera, più comparse e più colori ed effetti di luce sulle animazioni. L'adozione del formato di immagine 2.39:1 ha poi un certo impatto sull'allestimento delle inquadrature, perché permette di mantenere in scena più personaggi senza allontanarsi troppo dalle loro buffe espressioni. La recitazione verbale e la mimica facciale sono dopotutto il fulcro di questo tipo di storie, al cinema come in tv. 



  • Giornalista specializzato in audiovisivi
  • Autore di "La stirpe di Topolino"
Suggerisci una correzione per la recensione
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
lascia un commento