All'ultimo voto: recensione della storia vera con Sandra Bullock

27 maggio 2020
2.5 di 5

La storia vera della sfida elettorale All'ultimo voto in una Bolivia in crisi guidata da due consulenti americani contrapposti, fra gioco sporco e idealismo, interessi personali e le esigenze di un popolo.

All'ultimo voto: recensione della storia vera con Sandra Bullock

Uno dei tanti capitoli sull'intromissione americana nella politica del Sud America, una storia vera che ha sedotto Hollywood, quella della campagna presidenziale boliviana che nel 2002 portò all’elezione di Gonzalo Sanchez de Lozada, diventata il film di David Gordon Green, All’ultimo voto. Il tutto traendo ispirazione, molto alla lontana, da un documentario, sempre di produzione americana, dal titolo uguale a quello originale di questo film: Our Brand is Crisis.

Sandra Bullock è un’esperta stratega di campagne elettorali, Jane Bodine, dal poco rassicurante soprannome di Calamity Jane, per lo stile energico e imprevedibile con cui conduce le sue elezioni. Non solo, un trauma l’ha allontanata da anni dal suo lavoro, e ormai vive come un’eremita in mezzo alle montagne, e la causa di questo trauma se la troverà di fronte nel suo ritorno sulle scene, come consulente rivale del favorito per la vittoria finale, Billy Bob Thornton, mentre il suo, Pedro Castillo, è molto indietro nei sondaggi. Non solo, in maniera beffarda e significativa, Jane soffre il contatto fisico delle folle, tanto per sottolineare ancora di più lo snobismo elitario di chi arriva dall’Impero per decidere le sorti di un paese che neanche conosce.

Gli yankee, infatti, portano un metodo buono per ogni stagione e latitudine, studiano i candidati e applicano le loro tattiche, con in più un bel po’ d'istinto. Altro che American dream, niente ottimismo per chi deve rincorrere, ma la parola d’ordine è “crisi”, per seminare paura negli elettori e convincerli che solo Castillo, solenne e severo, ben poco fotogenico e simpatico, possa risolvere i problemi della Bolivia. Come dire, “non puoi cambiare il candidato, ma devi adattare le tue strategie a lui”, non il contrario. All’ultimo voto è un oggetto difficilmente classificabile, parte come una commedia satirica, poi sembra prendersi sul serio sempre di più fino a un finale profondamente amaro e forzato, mostrando come la vera crisi fosse di Jane e dei consulenti, per molto tempo incapaci di “iniziare ad asfaltarsi un’altra strada, se non ti piace la tua”.

Delle vie (poco) asfaltate di un paese contraddittorio e bellissimo come la Bolivia, non è che ce ne sia molta traccia. Un luogo con il 60% di nativi nonostante sia guidato da un’élite bianca, spesso di formazione americana, arroccata nella capitale La Paz, che si spinge fino a oltre i 4000 metri sul livello del mare. Un paese pieno di risorse naturale eppure poverissimo, che viene qui rappresentato solo dal personaggio di un giovane idealista, sostenitore di Castillo, e dai suoi fratelli molto più scettici di lui. Siamo nel 2002, prima dell’elezione nel 2006 (e fino al 2019) del presidente Evo Morales, di famiglia indigena Aymara, che ha molto cambiato il paese, prima di essere deposto.

Non sorprende molto l'evidente tesi del film di David Gordon Green, il fatto che le elezioni sono uno sporco affare e che sono guidate spesso da persone senza scrupoli, pronte a calpestare il decoro e il buon senso per far vincere il proprio cavallo. I momenti ironici non sono molti, alcuni anche a segno, ma per la maggior parte il film è sospeso in un limbo di indecisione, come un candidato che si fa trasportare da un comizio all’altro, senza troppa idea di dove lo condurranno gli eventi. Un gioco di specchi che non colpisce particolarmente, insomma, e anche gli spunti interessanti sul rapporto fra i due nemici, la Bullock e Billy Bob Thornton, vengono lasciati cadere senza troppa alchimia fra i due interpreti.

All'ultimo voto
Il trailer del film, versione originale - HD


  • critico e giornalista cinematografico
  • intervistatore seriale non pentito
Suggerisci una correzione per la recensione
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
lascia un commento