The Ranch: Netflix licenzia Danny Masterson dopo le accuse di stupro

- Google+
12
The Ranch: Netflix licenzia Danny Masterson dopo le accuse di stupro

Dopo Kevin Spacey di House of Cards, Netflix dà il benservito a un altro dei suoi volti più prominenti sulla scia di un nuovo scandalo sessuale. Di fronte alla crescente pressione per una presa di posizione, il servizio di video in streaming ha licenziato con effetto immediato la star di The Ranch Danny Masterson, accusata di aver stuprato quattro donne nei primi anni Duemila.

Mentre il procuratore distrettuale di Los Angeles e il locale dipartimento di polizia continuano a indagare sulle affermazioni che nell'ultimo periodo hanno travolto l'attore 41enne, un portavoce di Netflix ha dichiarato che "come risultato del dibattito in corso, Netflix e i produttori hanno deciso di allontanare Danny Masterson da The Ranch. Lunedì è stato il suo ultimo giorno dello show e la produzione riprenderà all'inizio del 2018 senza di lui".

Protagonista della sitcom insieme con l'ex co-star di That '70s Show Ashton Kutcher, Masterson lascia The Ranch nel bel mezzo della produzione della terza stagione, non ancora annunciata ufficialmente dalla piattaforma mentre si attende per il 15 dicembre la diffusione dei restanti episodi della seconda. Non è chiaro come i produttori allontaneranno il suo personaggio, Jameson 'Rooster' Bennett, mentre la decisione di Netflix arriva pochi giorni dopo che una delle accusatrici di Masterson si è confrontata pubblicamente con il dirigente Andy Yeatman chiedendo spiegazioni in merito al silenzio della compagnia. Pare che Yeatman abbia risposto che i suoi superiori non credono alle accuse contro Masterson, creando ulteriore indignazione e grida di ipocrisia alla luce del diverso atteggiamento avuto con Spacey. Nel frattempo, quasi 40,000 persone hanno firmato una petizione che chiede a Netflix di cancellare The Ranch.

In tutto questo, la risposta di Masterson è stata la seguente: "Ovviamente sono molto deluso della decisione di Netflix di eliminare il mio personaggio in The Ranch. Ho negato le accuse oltraggiose contro di me dal primo giorno. Le forze dell'ordine hanno indagato su queste affermazioni più di 15 anni fa, determinandole senza fondamento. Non sono mai stato incriminato, né condannato per qualcosa. In questo paese esiste la presunzione d'innocenza fino a prova contraria. Tuttavia, nel clima attuale, sembra che si diventi colpevoli nel momento in cui si è accusati. Ne prendo atto e non vedo l'ora di ripulire il mio nome una volta per tutte. Nel frattempo, voglio esprimere la mia gratitudine al cast e alla troupe con cui ho lavorato così a stretto contatto nelle ultime tre stagioni. Auguro loro nient'altro che successo. Sono molto grato anche ai fan che mi hanno supportato e continuano a farlo".



Emanuele Manta
  • Redattore specializzato in Serie TV
  • Appassionato di animazione, videogame e fumetti
Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento