News Serie TV

NCIS ritorna al futuro: Christopher Lloyd ospite in un episodio

75

La leggenda dello schermo interpreterà un ex Marine.

NCIS ritorna al futuro: Christopher Lloyd ospite in un episodio

Grande Giove! La leggenda di Ritorno al futuro Christopher Lloyd ha ottenuto un ruolo da guest star in un episodio della stagione 17 di NCIS in onda negli Stati Uniti questa primavera. L'attore 81enne, negli anni Ottanta premiato con due Emmy per il ruolo del Reverendo Jim Ignatowski nella sitcom Taxi, interpreterà un ex Marine che prestava servizio sulla USS Arizona quando questa fu attaccata a Pearl Harbor nel 1941.

Il ruolo di Christopher Lloyd in NCIS

Il personaggio di Lloyd, il cui nome è Joe Smith, ci sarà presentato come un 95enne il cui unico desiderio è che, una volta morto, le sue ceneri riposino con quelle dei suoi compagni. Un bisbetico pungente, arzillo e impenitente, Joe confonde Gibbs (Mark Harmon) e il resto della squadra, i quali non sono sicuri di potergli credere, quando finisce al centro di un'indagine.

Quelli per Taxi sono due dei tre Emmy vinti da Lloyd nel corso della sua straordinaria carriera: un altro arrivò nel 1992 per il suo ruolo ne La strada per Avonlea. Quella fu la prima e unica volta nella storia del premio in cui una guest star vinse come miglior attore in una serie drammatica. Questo portò la Television Academy a cambiare il regolamento, introducendo l'anno successivo una categoria riservata alle guest star. E chissà che il prossimo settembre Lloyd non vinca anche in questa.

Ricordiamo che in Italia la diciassettesima stagione di NCIS è in onda su Rai 2 ogni sabato alle ore 21:05.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
  • Redattore specializzato in Serie TV
  • Appassionato di animazione, videogame e fumetti
Suggerisci una correzione per l'articolo