Schede di riferimento
News Serie TV

Messiah: Trama, cast, curiosità e polemiche sulla nuova serie di Netflix

37

Il nuovo thriller ideato da Michael Petroni è disponibile in streaming da oggi.

Messiah: Trama, cast, curiosità e polemiche sulla nuova serie di Netflix

Per inaugurare un altro anno di streaming, Netflix ha deciso di rendere disponibile Messiah, una delle serie più interessanti del 2020, il primo giorno dell'anno. Prodotto da Mark Burnett e Roma Downey (ideatori della miniserie religiosa fenomeno del 2013 La Bibbia), questo thriller religioso ha sollevato un polverone ancora prima del debutto. Il motivo? Una trama particolarmente controversa che pone la serie a metà strada tra un thriller geopolitico e un drama religioso. Ma cosa dobbiamo aspettarci da Messiah? Ecco una guida con tutte le notizie sulla trama, il cast e le polemiche che lo show ha attirato.

Messiah: La trama

Messiah

Un misterioso uomo di nome Al-Massih ad-Dajjal (Mehdi Dehbi, Tyrant) appare improvvisamente ai giorni nostri in Medio Oriente turbando profondamente le certezze dell'Occidente. L'uomo, che si presenta come un nuovo Messia in grado di cambiare le sorti mondiali, inizia a fare miracoli e attira attorno a sé folle di sostenitori. Da tutto il mondo, quindi, migliaia di persone cominciano a interessarsi all'identità di quest'uomo: è un artista, un impostore o è davvero chi dice di essere? A guidare le indagini su di lui sarà l'agente della CIA Eva Geller (Michelle Monaghan), incaricata di capire se questo sedicente Messia sia una divinità oppure solo un truffatore in grado di sovvertire l'ordine geopolitico mondiale.

Messiah: Il cast

Messiah

Oltre al protagonista e alla nominata ai Golden Globe Michelle Monaghan (True Detective), nel cast della serie troviamo Jane Adams (Easy) nei panni di una giornalista che indaga sul protagonista, Tomer Sisley (Balthazar) nei panni di un ufficiale dell'intelligence israeliana, Stefania LaVie Owen (I’m dying up here – Chi è di scena), Mahdi Chalkhaoui (Jack Ryan), Melinda Page Hamilton (Le regole del delitto perfetto), Sayyid El Alami (Zombie Child) nei panni di un rifugiato palestinese, Wil Traval (Jessica Jones) e Barbara Eve Harris (Sharp Objects).

Messiah: A chi è ispirato il protagonista?

È evidente che il personaggio principale di Messiah fa riferimento a una o più figure radicate nelle credenze religiose. In tutte e tre le grandi religioni monoteiste esiste il personaggio di un messia visto come un salvatore o una figura escatologica. Nel cristianesimo c'è Gesù di Nazareth, nato per salvare l'umanità dal peccato originale e destinato a tornare in Terra alla fine dei tempi; nell'Islam esiste la figura del Madhi, un messia che apparirà nel giorno del giudizio e libererà la Terra da ingiustizie e tirannia; nella religione ebraica il Messia è l'Unto del Signore, colui che, discendente dalla stirpe di Re Davide, porterà la salvezza a Israele. Nel nome del protagonista, inoltre, c'è anche il ferimento al Dajjal, parola che in arabo indica l'anticristo, un demone o un falso messia. Nella storia dell'umanità non sono mancati predicatori che hanno detto di incarnare il vero Messia. La trama di Messiah, quindi, trae sicuramente ispirazione da queste e altre storie.

Messiah: Dove è stata girata?

Messiah

Anche se ambientata in Palestina e Stati Uniti, l'intera serie è stata girata tra giugno 2018 e marzo 2019 nel New Mexico; Albuquerque e Santa Fe sono alcune delle località che hanno ospitato le riprese. Per la serie è stata riprodotta interamente la famosa Cupola della Roccia (nella foto in alto), nota anche come Monte del Tempio, luogo sacro di Gerusalemme dove i musulmani credono sia asceso al cielo Maometto ma anche punto di convergenza di Islam, Ebraismo e Cristianesimo.

Messiah: Le polemiche sollevate dalla serie

Messiah

Ancora prima del debutto, Messiah ha attirato a sé critiche negative. Su Change.org è stata promossa una petizione firmata da oltre 3500 utenti che hanno condannato lo show dipingendolo come islamofobo. Il creatore Michael Petroni ha risposto alle accuse dicendo che Messiah non è offensiva, ma solo provocatoria e assicurando che la serie, pur creando dibattito, sarà rispettosa di ogni orientamento religioso. Più recentemente anche la Royal Film Commission della Giordania ha chiesto a Netflix di non rendere disponibile la serie in Giordania, Paese a maggioranza musulmana. Nel comunicato della Royal Film Commission si legge: "Pensiamo che il contenuto della serie potrebbe essere percepito o interpretato come una violazione della santità della religione e quindi contrario alle leggi del nostro Paese". La notizia ha colto di sorpresa la stessa Netflix, dal momento che, in passato, la Giordania aveva supportato Messiah approvandone le riprese. Il colosso dello streaming, tuttavia, ha detto di non aver ricevuto alcuna richiesta formale da parte dello Stato mediorientale.

Se siete curiosi di conoscere questo nuovo Messia, basterà premere il tasto play di Netflix. I dieci episodi della prima stagione di Messiah sono disponibili in streaming a partire da oggi, primo gennaio.



Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming