News Serie TV

La Ruota del Tempo, un viaggio appassionante raccontato da Rosamund Pike

4

Rosamund Pike è la protagonista e uno delle produttrici della serie televisiva Amazon Prime Video, La Ruota del Tempo, adattamento molto atteso da milioni di lettori appassionati di una delle saghe fantasy più amate. Abbiamo intervistato la Pike e lo showrunner, Rafe Judkins.

La Ruota del Tempo, un viaggio appassionante raccontato da Rosamund Pike

Un universo intero, un’insieme di mondi realistici eppure esotici, con una diversità culturale e sociale notevole. È questo il contesto epico de La Ruota del Tempo, una saga di romanzi fantasy scritti da Robert Jordan nell’arco di più di vent’anni che hanno avuto enorme successo, a partire dagli anni ’90, e sono disponibili in Italia per Fanucci. Più di 40 milioni di copie sono state vendute in tutto il mondo, e in questi giorni cresceranno, visto che una serie televisiva è arrivata su Amazon Prime Video

Si tratta di una delle saghe fantasy più popolari. Ambientata in un mondo epico e tentacolare in cui la magia esiste e solo alcune donne possono utilizzarla, la storia segue Moiraine (Rosamund Pike), componente di un’organizzazione tutta al femminile molto potente chiamata Aes Sedai, al suo arrivo a Two Rivers, Fiumi gemelli. Lì inizia un pericoloso viaggio intorno al mondo insieme a cinque giovani uomini e donne, uno dei quali si profetizza sia il Drago Rinato, destinato a salvare o a distruggere l’umanità. 

La Ruota del Tempo è stata adattata per la televisione dall’executive producer e showrunner Rafe Judkins, che così ci ha raccontato in un’intervista via zoom gli anni di lavoro. Fino a quattro, per gli attori almeno due. “Siamo pronti a far sì che la gente lo veda, mentre giriamo la seconda stagione. Sono eccitato per questo, è stato un segreto per fin troppo tempo. Anche se i romanzi sono tanti e lunghi, i personaggi sono al centro, ci si concentra sempre sul gruppo di persone che caratterizzano il primo episodio. Anche in una serie televisiva non c’è tempo a sufficienza per raccontare tutte le storie contenute in migliaia di pagine, nei 14 libri più un prequel scritti da Jordan. Ogni decisione è stata legata alla volontà di appassionare il pubblico alla sorte di questi personaggi. L’azione è importante, ma se capisci il motivo per cui si combatte, se puoi fare un primo piano in mezzo alla battaglia e capire cosa la persona sta provando. La natura stessa del prodotto televisivo richiede adattabilità. Entrano sempre in gioco mille fattori che ti portano lontano rispetto ai piani iniziali. Che sia il meteo o l’atmosfera del momento.”

Oltre che protagonista, Rosamund Pike è anche produttrice di questa prima stagione. Così ci ha parlato de La Ruota del Tempo in un’intervista da Londra.

La sfida è sempre quella di rendere credibile il personaggio, in modo che il pubblico sia coinvolto nella storia. Ne La Ruota del Tempo in particolare c’era un mondo intero in cui venire proiettati. Siamo stati molto fortunati e aiutati da quello che c’è stato costruito intorno, dei set e degli scenari incredibili. Ogni cosa è stata costruita per la maggior parte dal vero. Ovviamente gli effetti speciali regalano un contributo importante, ma partendo da interi set costruiti e dedicati ai vari mondi della Ruota del tempo, dalla Torre BiancaTwo Rivers, che poi viene essere distrutto per esigenze del copione, naturalmente. Siamo stati davvero benedetti in maniera prodigiosa dal tempo, durante le riprese dell'inizio del primo episodio abbiamo avuto un sole splendido, salvo poi poter girare la scena successiva alla grande battaglia proprio dopo che si era scatenata una vera tempesta, con la polvere trasformata in fango. È stato come se il cielo avesse pianto tutte le sue lacrime per i danni subiti. Qualcosa di miracoloso che non potresti ricreare al computer.

I romanzi costituiscono una serie di enorme successo, quindi non mancava la responsabilità di portare sullo schermo personaggi e atmosfere a cui in molti sono affezionati.

Volevo assotuamente mettere tutta me stessa, anche come produttrice, per onorare una saga così amata da milioni di persone, per lottare per alcune cose che sapevo importanti per i lettori e per i nuovi telespettatori. I produttori auspicabilmente hanno una visione comune, ma poi ognuno ha un’area di competenza specifica, diversa rispetto agli altri. Sicuramente ho potuto essere un’alleata degli attori, rendendomi ben conto magari di qualche problema per gli interpreti durante le riprese di cui gli altri produttori non si accorgevano. È sempre importante la comunicazione, tutti abbiamo imparato qualcosa durante questo appassionante viaggio, cercando di soddisfare i fan del libro, ma anche coinvolgendo un nuovo pubblico. Lavorando per rendere La Ruota del Tempo eccitante, reale e allo stesso tempo un mondo intrigante perché esotico, seppure con un livello di umanità che permettesse di identificarsi con il percorso emotivo dei personaggi. Non ci sono eroi tradizionali, in questa storia, puoi decidere quale sia quello tuo personale, in base ai tuoi gusti o alla tua cultura. Mi sembra una delle cose più affascinanti di questi romanzi.

Un mondo popolato di volti e culture diverse.

La diversità che contraddistingue i personaggi è molto organica alla storia, perché siamo in un mondo in cui tutto è stato sconvolto e mescolato, anche a livello di culture e provenienze. Per cui, per esempio, la società giapponese può avere al suo interno persone provenienti da ogni tipo di cultura.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming