Il Trono di Spade 8x05: Cos'è successo nel Quinto Episodio [SPOILER]

-
280
Il Trono di Spade 8x05: Cos'è successo nel Quinto Episodio [SPOILER]

Una grande serie si giudica principalmente dall’incapacità degli spettatori di prevedere cosa accadrà prima della fine e il Trono di Spade, in otto stagioni, ci ha sorpreso e lasciato a bocca aperta innumerevoli volte. Forse, in questa penultima puntata, più che mai. Le perdite della 8x05 sono state tante, quasi tutte previste e dolorose. Tuttavia, i veri protagonisti di questo episodio sono stati i suoni: i rintocchi delle campane, i versi di Drogon in volo, il rumore delle fiamme ardenti e delle mura sbriciolate a terra, le corse affannate, le grida di dolore degli innocenti uccisi e il silenzio tombale alla fine di tutto. Ma vediamo cosa è successo dal principio.

Dopo il suo colloquio con Tyrion, Varys si è deciso a tramare contro Daenerys per dare il suo appoggio a Jon, che ritiene degno di sedere sul trono di spade, per cui ha affidato ai suoi uccellini l'arduo compito di avvelenare il cibo della Khaleesi. Il problema è che ha fatto i conti senza l’oste. All’inizio dell’episodio, lo ritroviamo intento a scrivere una lettera ad un mittente sconosciuto a cui vuole rivelare l’identità di Snow, con il quale prova a dialogare al suo arrivo sulle sponde di Dragonstone. Varys gli confessa il suo desiderio di vederlo re, ma Jon è irremovibile: nonostante sappia cosa vuole fare Daenerys, le ha giurato fedeltà. 

Intanto, Daenerys si sta lasciando andare al rancore e si nutre esclusivamente della sua rabbia, rifiutandosi di mangiare. Tyrion, che sa bene cosa sta facendo Varys, le chiede udienza e scopre che la Khaleesi è già consapevole della presenza di un traditore tra le sue fila. Ma i due non si stanno riferendo alla stessa persona: per lei, il vero giuda è Jon, perché ha rivelato il segreto a Sansa, che a sua volta lo ha detto a Tyrion, il quale ha informato Varys. Comunque sia, l’unico capro espiatorio prima della battaglia, sarà proprio l’eunuco. "Spero davvero di meritarmelo e di essermi sbagliato”, confida Varys al suo amico prima dell’esecuzione. Poi, in pochi attimi, il suo corpo viene incendiato al comando "dracarys" e uno dei personaggi più interessanti e influenti della serie cessa di vivere. 

La notte prima dell’assedio di Approdo del Re, Daenerys parla amorevolmente, per un’ultima volta, con Jon, dicendogli che Sansa lo ha tradito e ora che Varys è morto saprà cosa succede a chi rivela il suo segreto. Preda di una lucida follia, ormai evidente a tutti tranne che a Jon Snow, Daenerys prova a sedurlo, ma il suo amato, nonostante continui a ribadirle il suo appoggio, non riesce a dimenticare il fatto che lei è sua zia. Questo ennesimo rifiuto la convince a non risparmiare più nessuno. Neanche Tyrion riesce a farle cambiare idea: anzi, in tutta risposta lei lo informa che Jaime è stato catturato dalle sue guardie, mentre cercava di entrare ad Approdo del Re per tornare da Cersei. "La prossima volta che mi deluderai, sarà l'ultima", gli annuncia. Il clima di tensione è palpabile e nessuno dei presenti è più capace di sorridere o immaginare un futuro roseo.

Giunti all'accampamento dell'esercito, Tyrion chiede a Ser Davos un colloquio privato, per organizzare insieme a lui una fuga di Jaime e Cersei, dopo di che va dal fratello e lo supplica di scappare insieme alla sorella per evitare il massacro, facendogli promettere che se la missione andrà a buon fine, farà suonare le campane per dargli il segnale della resa. Nonostante sappia che Daenerys lo farà giustiziare per questo, Tyrion è pronto a sacrificarsi per salvare migliaia di vite innocenti, ma soprattutto per salvare suo fratello, l'unico che non lo ha mai trattato come un mostro. Spera anche che, se il suo piano andrà a buon fine, Daenerys gli dimostri clemenza per averla fatta arrivare al trono, evitandole uno spargimento di sangue. 

È l’ora. I soldati degli eserciti opposti si mettono in posizione. Ad Approdo del Re i cittadini più prudenti si barricano in casa, mentre Arya e il Mastino camminano senza essere notati da nessuno verso la Fortezza Rossa. Anche Jaime, coperto da un velo, si dirige tra la folla verso la Torre, ma prima che possa raggiungere il cancello, i soldati lo chiudono fuori insieme agli altri cittadini. Pur sollevando il braccio di ferro per farsi riconoscere, nessuno lo vede. Il battito cardiaco aumenta insieme alla colonna sonora di Ramin Djawadi, mentre Drogon distrugge la flotta di Euron Greyjoy e gli uomini della Compagnia Dorata muoiono sotto le lance degli Immacolati - avevamo provato a prevedere un ruolo di spicco per il Capitano Strickland, e invece il suo destino è stato segnato da Verme Grigio a pochi minuti dall’inizio dell’episodio.

Mentre gli edifici e i corpi della gente in fuga bruciano, Tyrion inizia a rendersi conto che le campane non suoneranno mai e che l’unico suono che tutti i presenti sentiranno sarà quello delle fiamme. Intanto, Qyburn informa Cersei che non c'è più nulla da fare. Jon e Verme Grigio avanzano verso il cancello, dove trovano l'esercito della Regina che, per evitare la morte, butta a terra le armi. I cittadini che hanno assistito alla scena chiedono a gran voce che vengano suonate le campane in segno di resa e finalmente qualcuno li ascolta. Daenerys sente le loro grida e i rintocchi, ma fissa il suo sguardo sulla Fortezza Rossa, quella struttura costruita dai suoi antenati 300 anni fa, il simbolo di tutto ciò che le è stato tolto, e decide di uccidere tutti, innocenti compresi.

Mentre Verme Grigio la segue e uccide senza pietà chiunque gli si pari davanti, Jon rimane pietrificato vedendo donne e bambini uccisi senza pietà, e le fiamme che mangiano le strade ricolme di vite. Combatte per inerzia, difendendosi dagli attacchi, senza sapere più da che parte stare e quando vede che uno degli uomini del suo stesso esercito sta per aggredire violentemente una donna, Jon Snow ritrova uno scopo e torna a difendere chi lo merita, salvandola e dicendole di scappare.

Intanto Jaime incontra Euron, che lo informa di esser andato a letto con Cersei, dichiarandosi pronto a portarle la sua testa. I due combattono ed Euron lo colpisce con una coltellata al fianco, ma invece di lasciarsi andare Jaime recupera la spada e uccide il suo rivale, il quale muore felice di sapere di aver inferto il colpo che ucciderà Jaime Lannister. Quest’ultimo, barcollando, continua a camminare verso la sua amata, che si è finalmente convinta di aver perso e si sta dirigendo insieme alla Montagna e a Qyburn verso un posto “più sicuro”. Clegane e Arya sono ormai entrati nella Fortezza Rossa, che sta crollando pezzo per pezzo sopra di loro.

Il Mastino la convince ad andarsene per salvarsi da morte certa, la stessa a cui lui, invece, sta andando incontro pur di uccidere suo fratello, la Montagna. È il momento dello scontro tanto atteso e la Montagna, per la prima volta dopo tanto tempo, torna a combattere solo ed esclusivamente per se stesso, motivo per il quale uccide Qyburn quando gli si para davanti per ordinargli di restare al fianco di Cersei. Clegane riesce a infilzarlo da parte a parte, ma la Montagna non muore e dopo essersi levato l'armatura, lo raggiunge per ucciderlo. Neanche infilandogli il pugnale in un occhio, quel bestione malvagio cade a terra, per cui, disperato, decide di buttarsi nel vuoto insieme a lui.

In questi attimi di incertezza, Arya corre disperata verso i cancelli ma viene bloccata da una fiammata, mentre Cersei si ritrova con Jaime. Lui, sanguinante, la porta nei sotterranei, dove però trova la strada sbarrata dai massi caduti. Adesso che la morte è vicina, i due si abbracciano per un'ultima volta, prima di venire sepolti dalle mura distrutte.  

La Fortezza Rossa è caduta e Approdo del Re è stata ridotta in un ammasso di maceria. Arya è una dei pochi ad essere rimasti in piedi. Oltre a lei, nella strada dove si trova, c'è solo un cavallo bianco, che la porterà verso la salvezza e forse verso la sua prossima vittima. Cosa succederà ora che Daenerys si è impossessata del trono di spade? 



Federica Carlino
  • Giornalista pubblicista specializzata in comunicazione musicale e televisiva
  • Consulente musicale
Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento