Schede di riferimento
News Serie TV

I Medici 3: Chi era Ippolita Sforza, la donna che salvò Lorenzo Il Magnifico

333

Nella Serie TV di Rai Uno è interpretata dall'attrice Gaia Weiss.

I Medici 3: Chi era Ippolita Sforza, la donna che salvò Lorenzo Il Magnifico

Era davvero bella, acculturata e sfortunata Ippolita Sforza, duchessa di Calabria e moglie di Alfonso d'Aragona, l'erede al trono del Regno di Napoli. Nella Serie TV I Medici il suo personaggio, interpretato dall'attrice franco-polacca Gaia Weiss, svolge un ruolo fondamentale nella delicata operazione che permette a Lorenzo de' Medici (Daniel Sharman) di convincere il re Ferrante d'Aragona ad abbandonare l'alleanza con il papa Sisto IV. Ma chi era davvero Ippolita Sforza e che rapporto ebbe con Il Magnifico?

La storia di Ippolita Sforza

Ippolita Maria Sforza nacque nel 1446 da Francesco I Sforza, duca di Milano e Bianca Maria Visconti. Fin da bambina studiò i classici greci e latini imparando la filosofia e l'arte, educata già come futura regina. Già all'età di dieci anni, infatti, fu promessa sposa ad Alfonso d'Aragona in modo che si consolidasse l'alleanza tra i duchi di Milano e il re di Napoli. L'unione avvenne nel 1465 quando intraprese il lungo viaggio che la condusse a Napoli dove fu accolta con tutti gli onori riservati a una regina. Purtroppo, però, non divenne mai regina, perché morì nel 1488, pochi anni prima che suo marito salisse al trono. Grazie all'arte diplomatica appresa e alla lungimirante educazione impartitale dai genitori, Ippolita riuscì davvero a stabilizzare gli equilibri tra Milano, Napoli e Firenze. È passata alla storia come esempio di fedeltà e di morigeratezza, anche se nella Serie TV I Medici viene descritta l'ambiguità del suo rapporto con Lorenzo de' Medici.

Il rapporto tra Ippolita Sforza e Lorenzo de' Medici

Ne I Medici viene mostrato il decisivo contributo che Ippolita svolse nelle negoziazioni di pace tra Napoli e Firenze, con lo scopo di allontanare il re d'Aragona dal papa. La sua azione fu reale così come reale era la stima reciproca e l'antica amicizia che la legavano a Il Magnifico. Come è provato storicamente, i due si conobbero a Milano nel 1465 quando Lorenzo fu inviato a Milano insieme a Guglielmo Pazzi per mostrare l'appoggio politico di Firenze al matrimonio che suggellava l'allenza tra Napoli e Milano. Un mese dopo il primo incontro, Isabella fece sosta a Firenze in occasione della festa di San Giovanni. "Andò a sua posata a casa e' Medici" si legge in un documento dell'archivio di Stato. Lorenzo e Ippolita, poi si rincontrarono in altre occasioni come testimoniato da alcune lettere intercorse tra i due. Come mostrato nella Serie TV di Rai Uno, quando Lorenzo si recò a Napoli per cercare un'intesa con Ferrante, a lei fu affidato il compito di mediatrice in nome "de li antiqui respecti e della amicitia assai" coltivata con Il Magnifico.

La diplomazia e le poesie di Ippolita Sforza

Oltre che con Lorenzo de' Medici, Ippolita mise in pratica le sue abilità diplomatiche anche in altre occasioni. Compose molte lettere nelle quali descrisse in modo minuzioso gli eventi politici del suo tempo. Nel 1480, quando Otranto cadde in mano ai Turchi, Ippolita scrisse alla sua famiglia descrivendo dettagliatamente l’intervento delle truppe aragonesi, comandate da suo marito Alfonso, nel recupero della città, e parlò della morte del sultano Maometto II. All'attività epistolare affiancò quella poetica: tra le altre cose, scrisse anche un'elegia in latino per suo padre Francesco.

I Medici - Nel nome della famiglia è in onda su Rai Uno per 8 episodi divisi in quattro serate il lunedì e il martedì fino al 10 dicembre.



Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming