Schede di riferimento
News Serie TV

Euphoria: Set caotico e riprese "infernali"? La versione di Colman Domingo

L'attore che in Euphoria interpreta lo sponsor di Rue, interpretata da Zendaya, ha difeso la produzione della serie rispondendo alle voci su presunte difficoltà sul set della seconda stagione.

Euphoria: Set caotico e riprese "infernali"? La versione di Colman Domingo

Colman Domingo, l'attore che in Euphoria ricopre il ruolo ricorrente dello sponsor di Rue (Zendaya) Ali, ha parlato recentemente della sua esperienza sul set della serie HBO smentendo le voci secondo cui l'ambiente lavorativo fosse caotico e le riprese serali "infernali" per gli attori. Intervistato da The Independent, l'attore ha difeso anche il creatore della serie Sam Levinson dalle accuse di aver creato un ambiente di lavoro tossico e poco collaborativo mosse da alcuni attori secondari e da membri della troupe lo scorso anno e affidate al sito The Daily Beast.

Euphoria e le accuse di "set tossico"

A febbraio 2022 The Daily Beast ha pubblicato un report in cui diversi attori secondari, comparse e alcuni membri della troupe di Euphoria denunciavano difficoltà sul set parlando in particolare di "riprese notturne infernali" e preoccupazioni "per non aver fornito loro i pasti in tempo e per essersi rifiutati di far usare il bagno alle persone", tra le altre affermazioni. Oggi Colman Domingo ha voluto rispondere a queste accuse dicendo che la sua esperienza sul set, al contrario, non è stata affatto negativa. L'attore, piuttosto, ha puntato il dito contro certi giovani colleghi, a suo dire poco preparati ad affrontare il duro lavoro, dicendo:

Neanche un po. Non invaliderò l'esperienza di nessuno. Ma lavorare in televisione richiede lunghe ore. A volte lavori fino a 14 ore al giorno. E poi devi andare a casa e prepararti. Devi vivere e lavorare davvero in modo molto metodico. Molti giovani attori potrebbero non essere all'altezza del compito o avere la stessa etica del lavoro.

Il rapporto pubblicato da The Daily Beast lo ha lasciato sconcertato. Ha infatti aggiunto:

Lavoro in questo settore da 32 anni. So cos’è il duro lavoro. Quindi, quando ho sentito quei 'rapporti', ho pensato: 'Da dove viene questo? È solo una normale giornata lavorativa. Sii un professionista'.

Infine ha difeso Sam Levinson dalle accuse di aver creato un ambiente di lavoro tossico dicendo:

Non c'è nessuno che ti maltratterà sul set di Euphoria. Sam Levinson è gioioso e collaborativo e non potrebbe essere un sostenitore più grande dei suoi attori.

Le dichiarazioni di HBO

Intanto, anche HBO all'epoca aveva pubblicato un comunicato in cui si leggeva che "il benessere del cast e della troupe nelle nostre produzioni è sempre una priorità assoluta" e che "la produzione è andata avanti nel pieno rispetto di tutte le linee guida di sicurezza e dei protocolli del sindacato". La rete via cavo aveva fatto sapere, inoltre, che non era mai stata sollevata alcuna inchiesta formale sulle affermazioni fatte dai lavoratori. Intanto, però, negli ultimi mesi lo sciopero degli attori ha sicuramente cambiato le cose ridefinendo alcuni standard e le richieste dei lavoratori del settore, anche quelli minori. Vedremo come andranno le cose nella terza stagione di Euphoria che, però, non arriverà prima del 2025.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
Schede di riferimento
  • Giornalista professionista
  • Appassionata di Serie TV e telespettatrice critica e curiosa
Suggerisci una correzione per l'articolo