News Serie TV

Due uomini e mezzo: L’ultima stagione sarà ancora più gay friendly

3

CBS annuncia una proposta di matrimonio e un’adozione nelle trame degli ultimi episodi.

Due uomini e mezzo: L’ultima stagione sarà ancora più gay friendly

Ne ha fatta di strada CBS da quando è stata bacchettata dalla Gay & Lesbian Alliance Against Defamation per la scarsa presenza di personaggi LGBT nei suoi show. Tra le diverse serie che nel corso degli ultimi anni ne hanno introdotti, la più insospettabile di tutte, Due uomini e mezzo, si prepara alla sua stagione più gay friendly di sempre dopo l’introduzione negli episodi precedenti di un personaggio omosessuale regolare, Jenny (Amber Tamblyn), la figlia illegittima e spiccicata del defunto Charlie Harper. Ma, sorprendentemente, non sarà lei a farle guadagnare un tale primato.

Durante il panel di CBS al TCA Press Tour estivo, Nina Tassler ha anticipato che la dodicesima e ultima stagione di Due uomini e mezzo vedrà Walden fare la proposta di matrimonio ad... Alan! Se non in nome dell’amore, per un bene superiore. La presidente di CBS Entertainment ha spiegato infatti che il personaggio di Ashton Kutcher attraverserà una crisi esistenziale che lo incoraggerà a dare un nuovo significato alla sua vita. Deciderà così di adottare un bambino. Avvierà le pratiche, ma “si renderà conto che è molto difficile adottare un bambino se si è un uomo single eterosessuale”. Ed è a questo punto che Walden deciderà di fare la proposta ad Alan. “‘Ci sposiamo e adottiamo un bambino come una coppia gay’”, ha detto Tassler riportando le parole del personaggio.

Ma siamo sicuri che un finto matrimonio gay e un’adozione ottenuta con l’inganno siano esattamente ciò che la GLAAD o la comunità LGBT si aspettano da CBS? Premesso che Due uomini e mezzo è una sitcom e che il suo intento e far ridere, Tassler ha spiegato che ci sarà un messaggio di fondo positivo e che lo scopo della storia è raccontare una realtà, quella di oggi, in cui una coppia gay può avere una famiglia, cosa che prima non era possibile. Interrogata sulla questione, la presidente dalla GLAAD Sarah Kate Ellis non ha messo le mani avanti e ha detto di voler attendere di vedere il risultato finale prima di esprimersi. Poi ha aggiunto: “Ci auguriamo che la serie riconosca non soli i progressi compiuti nell’accettazione delle coppie gay e lesbiche, ma anche il fatto che – in molte aree del Paese – le coppie dello stesso sesso debbano sottostare spesso a controlli più rigidi o sia loro preclusa la facoltà di adozione che le coppie eterosessuali hanno”.



  • Redattore specializzato in Serie TV
  • Appassionato di animazione, videogame e fumetti
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming