Schede di riferimento
News Serie TV

Dawson's Creek: Il commovente discorso di Michelle Williams che dedica il Gotham Award a sua "nonna" Mary Beth Peil

L'interprete di Jen Lindley in Dawson's Creek ha ricevuto il tributo alla carriera e ha fatto un commovente discorso ringraziando commossa l'attrice che interpretava sua nonna: "È lei che mi ha reso qualcuno".

Dawson's Creek: Il commovente discorso di Michelle Williams che dedica il Gotham Award a sua "nonna" Mary Beth Peil

Anche quest'anno sono stati assegnati a New York i Gotham Independent Film Awards, i premi del cinema americano indipendente. Michelle Williams, dal 22 dicembre al cinema anche in Italia con il film diretto da Steven Spielberg The Fabelmans, ha ricevuto il premio come tributo alla carriera. Nell'accettare il riconoscimento, l'attrice ha voluto ricordare il grande contributo che una persona in particolare ha dato alla sua carriera, vale a dire l'attrice Mary Beth Peil che nel teen drama Dawson's Creek interpretava la nonna del suo personaggio, Jen Lindley. Le ha così dedicato un commovente discorso.

Gotham Award: Il discorso di Michelle Williams dedicato a Mary Beth Peil

Michelle Williams ha ricordato la sua esperienza in Dawson's Creek, la serie che ha segnato il suo debutto nel mondo della televisione per poi lanciarla come attrice tra le più apprezzate di Hollywood. L'interprete di Jen ha detto di dovere molto a Mary Beth Peil, sua nonna sul piccolo schermo e l'ha ringraziata con queste toccanti parole:

"Mary Beth Peil ha interpretato mia nonna in Dawson's Creek. Ero una minorenne emancipata quando ci siamo conosciute. Avevo 16 anni ed ero totalmente sola. Mary Beth Peil è stata la prima artista che abbia mai incontrato in vita mia. Non si definiva così, ma c'era qualcosa diverso su di lei. Era il modo in cui faceva domande, il modo in cui si appoggiava alle conversazioni e quanto sembrava esaltata per ogni momento di ogni giorno sul set. Non sapevo cosa fosse questa qualità ineffabile, ma sapevo che volevo avvicinare la mia sedia alla sua. Mi ha mostrato che la creatività era più di una semplice professione. E tutta questa vitalità è stata miracolosamente rivolta nella mia direzione. Il suo viso sorridente mi stava guardando e mi ha chiamato la sua ragazza. Mi ha raccontato storie su questo posto - New York, che città - e ha detto che era il posto dove sarei potuta andare e dove avrei potuto costruirmi una vita".

Williams ha poi ricordato che è stata proprio Mary Beth Peil ad incoraggiarla a provare anche il teatro:

"Quindi ho iniziato a leggere opere teatrali e a parlarne, e lei mi ha esortato: 'Sì, sì. È meraviglioso, ragazza mia. Dovresti farlo, dovresti provarlo'. A quel tempo non ero un'artista o una madre; non avevo nemmeno un diploma di scuola superiore - onestamente ero a malapena Michelle. Avevo appena convinto la gente a smettere di chiamarmi Shelly. Ma ero la ragazza di Mary Beth. E questo mi ha reso qualcuno".

Infine, l'ex Jen Lindley ha detto di aver ripercorso mentalmente la sua carriera grazie a questo premio che le ha permesso di guardare indietro all'impatto che Peil e il personaggio di Jen hanno avuto sulla sua vita professionale e sui vari ruoli che ha interpretato in seguito. In particolare ha detto:

"Sono grata per questo onore perché mi permette di guardare indietro nel tempo e rendermi conto che non avrei potuto interpretare Wendy Carroll o Randi Chandler o Marilyn o Gwen o Mitzi Fabelman senza aver prima interpretato Jen Lindley. Non avrei saputo come gestire l'essere la madre di Steven Spielberg senza essere stata la nipote di Mary Beth, quindi grazie Mary Beth e grazie Gotham Awards per questo".

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
Schede di riferimento
  • Giornalista professionista
  • Appassionata di Serie TV e telespettatrice critica e curiosa
Suggerisci una correzione per l'articolo