Schede di riferimento
News Serie TV

Chernobyl: Uno degli eroi liquidatori si è tolto la vita vedendo la serie tv

139

L'uomo aveva 61 anni ed era uno dei tanti eroi di quel terribile 26 aprile 1986.

Chernobyl: Uno degli eroi liquidatori si è tolto la vita vedendo la serie tv

Non è riuscito a rivivere quei momenti così accuratamente rappresentati dalla serie tv pluricandidata agli Emmy, Chernobyl: si è suicidato lo scorso giugno uno dei tanti eroi che quel terribile 26 aprile 1986 intervennero per mettere in sicurezza il reattore 4 dopo l'esplosione alla centrale nucleare. 

Il suo nome era Nagashibay Zhusupov, aveva 61 anni ed era originario del Kazakistan: nell'86 lavorava come conducente di trattori, quando fu precettato dal governo come "liquidatore" e inviato, senza alcuna spiegazione, sul luogo in cui era avvenuto il disastro. Dopo il suo encomiabile contributo, però, lo Stato non lo aveva ricompensato al pari di altri suoi colleghi, che avevano ricevuto un appartamento. Al contrario, Zhusupov era stato sistemato in un angusto dormitorio insieme alla moglie e ai cinque figli, ricevendo poi come pensione di invalidità solo 39 euro a settimana. 

"Abbiamo guardato tutti insieme la serie Chernobyl", ha raccontato la figlia 25enne Gaukhar Zhusupov al Daily Mail: "Lui aveva le lacrime agli occhi mentre ricordava tutto il dolore di quei momenti". Poco dopo, si è lanciato da un palazzo di cinque piani ad Aktobe, in Kazakistan. Bakitzhan Satov, il presidente del consiglio di amministrazione di un'organizzazione che rappresenta i veterani di Chernobyl, ha fatto sapere che Zhusupov fu uno dei primi ad intervenire sull'incendio e per questo si sentiva umiliato per il trattamento ricevuto: "Aveva sporto denuncia per ottenere un appartamento. Credo si sia ucciso per la disperazione, perché per molti anni ha provato senza successo ad ottenere la casa che gli spettava".   

"Dopo Chernobyl, il mio stato di salute è peggiorato", aveva raccontato lui stesso in un'intervista prima della sua morte, riportata sempre dal Daily Mail: soffriva infatti di frequenti cefalee, svenimenti improvvisi ed aveva trascorso lunghi periodi in ospedale. "Non possiamo credere che sia successo a noi e che non tornerà più a casa", ha commentato la figlia. 



  • Giornalista pubblicista specializzata in comunicazione musicale e televisiva
  • Consulente musicale
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming