We Are The Thousand, l'incredibile storia di Rockin'1000 - la recensione

22 ottobre 2020
3 di 5

La nostra recensione del documentario a ritmo di musica e dei sogni di mille musicisti di convincere i Foo Fighters a suonare a Cesena, We Are The Thousand è stato un video virale piena di energia e ora diventa un film.

We Are The Thousand, l'incredibile storia di Rockin'1000 - la recensione

Sono costretti “a fare una vita normale per pagarci una straordinaria, quella di musicista, la sera”. Sono i mille avventurieri rocker da tutta Italia che hanno dato una botta d’energia rivitalizzante all’intero panorama musicale, dalle nostre parti ma non solo. Sono i Rockin’1000, nati con il sogno di convincere i Foo Fighters, e in primis il suo frontman Dave Grohl, a lasciare il piovoso nord-ovest pacifico americano per venire a suonare a Cesena. Il sogno di Fabio Zaffagnini, nato come una mezza follia accolta dai suoi amici con naturale scetticismo, progredita come una raccolta fondi su kickstarter e con dei provini online che hanno selezionato mille musicisti, batteristi, chitarristi, bassisti e cantanti capaci di interpretare insieme una delle canzoni più celebri del gruppo, Learn to Fly.

Il video della performance al Parco Ippodromo di Cesena è diventato virale, nel senso pieno e nobile del termine, sia per i numeri, 54 milioni di visualizzazioni, di cui milioni in poche ore, che per la purezza del passaparola, non viziato da campagne pubblicitarie. Pochi minuti, frutto di una esibizione registrata live, dopo ore di prove, con incredibile disciplina, quella necessaria a suonare tutti in sync, e una carica davvero trascinante, tanto che la visione ha dato una scarica di adrenalina, ma anche commosso a forza di pelle d’oca tutto il mondo. La potenza della musica e di un sogno, in primo piano, come condivisione e abbandono del proprio ego per sommare tante individualità in un collettivo ben più forte e potente, tanto che i Foo Fighters hanno visto come tanti altri le immagini, e le parole di Fabio li hanno convinti subito a dire che sarebbero arrivati presto a Cesena.

We Are The Thousand è il documentario diretto da Anita Rivaroli, che nasce in parallelo con le riprese dell’esecuzione della canzone e diventa un dietro le quinte del grande giorno, per la prima metà, mentre poi si concentra sul racconto di quanto è successo dopo il momento che ha cambiato tutto, con tanto di viaggio a conoscere Dave Grohl e il loro concerto in Romagna. Un progetto che ha continuato a coinvolgere, l’anno dopo e ancora oggi, sempre più persone di ogni età e background, che non riescono a smettere di stare insieme, a esibirsi volando alto, verso altri sogni da realizzare, come quello di suonare in un vero concerto, davanti a un pubblico di migliaia di persone.

La storia della “più grande rock band del mondo” ci permette di conoscere alcuni di loro, dare una storia e una voce oltre a una faccia e una bacchetta o uno strumento in mano. Nasce da una storia davvero unica e appassionante, e ci permette di allargare un po’ lo sguardo attorno a quel video, che rimane l’immaginario centrale anche di questo documentario “di servizio”, capace di emozionare e confermare il potere unificante della musica, ancora più agognato in questo periodo di distanziamento fisico ed emotivo.



  • critico e giornalista cinematografico
  • intervistatore seriale non pentito
Suggerisci una correzione per la recensione
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
lascia un commento