L'ultimo terrestre - la recensione del film

08 settembre 2011
3 di 5

La prima considerazione è scontata ma inevitabile: L'ultimo terrestre è davvero un oggetto alieno rispetto al pianeta Cinema Italiano.

L'ultimo terrestre - la recensione del film

Vai allo speciale Festival di Venezia 2011


L'ultimo terrestre - la recensione del film


La prima considerazione è scontata ma inevitabile: L'ultimo terrestre è davvero un oggetto alieno rispetto al pianeta Cinema Italiano.
Per una volta, quindi, complimenti a chi ha avuto coraggio e determinazione nel produrre un'opera prima (anche se non di un signor nessuno) che presenta al suo interno elementi normalmente considerati "a rischio". E non ci riferiamo alla presenza fisica, nel film, di creature grigio-azzurrognole basate sull'iconografia più classica degli extraterrestri.

Perché quello firmato dal fumettista Gipi, che si è liberamente ispirato a un romanzo grafico non suo ma del collega Giacomo Monti, è un film popolato da personaggi e situazioni che, proprio perché radicatissimi nella realtà italiana, vengono sferzati con una carica morale (ma non moralista) laddove la grande maggioranza della produzione cinematografica (e non solo) nazionale li vezzeggia facendo finta di schernirli.

Il mondo de L'ultimo terrestre è triste, squallido, provinciale, immorale. È figlio di una cultura maschilista e materialista, razzista e prevaricatrice. Nemmeno il protagonista Luca, sorta di disadattato sociale che quindi vive in maniera satellite, è esente da più di una traccia di quelle stesse brutture che comunque lo disturbano, ma solo quando viene colpito sul vivo.
Il mondo de L'ultimo terrestre non si scompone nemmeno di fronte all'annunciato arrivo degli alieni. È troppo superficiale e disincantato, e al massimo affronta la questione in termini di possibile sfruttamento economico o di delle possibili ripercussioni sul calcio italiano.

Quel mondo, per Gian Alfonso Pacinotti, è il nostro. E allora ecco che il suo film procede, tra drammi agghiaccianti e risate divertite, verso una conclusione che non può che essere apocalittica per alcuni e catartica e salvifica per altri.
Che gli alieni de L'ultimo terrestre (si) siano investiti di un ruolo giudicante per indicare e proteggere ciò che è bene e per punire e stigmatizzare quel che è male, appare assai significativo.
Evidentemente, per Gipi, il terremoto morale della realtà che ci circonda è stato tale da lasciare la speranza di una ricostruzione solo in caso di avvento di una nuova guida che sia altra e straordinaria.
Non possiamo dargli torto.



  • Critico e giornalista cinematografico
  • Programmatore di festival
Suggerisci una correzione per la recensione
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
lascia un commento