Juno: recensione del film di Jason Reitman con Ellen Page

07 maggio 2020
4 di 5
152

Un commedia drammatica che è anche la storia di crescita di un'adolescente incinta troppo presto.

Juno: recensione del film di Jason Reitman con Ellen Page

“Credevo fossi il tipo di ragazza che si ferma in tempo”. Una frase detta da un padre a una figlia che rimane incinta a 15 annil, che contiene contemporaneamente la cosa più bella che probabilmente le abbia mai detto, visto che non è proprio uno da frasi smielate, e la cosa che ferisce più Juno, la quindicenne in questione, diventata dopo questo delizioso film di Jason Reitman una sorta di icona delle adolescenti in gamba, ma incinta troppo presto. Un’eroina della provincia americana la cui avventura con un “fagiolo” nella pancia viene scandita insieme alle stagioni in uno dei migliori film indipendenti degli anni ’00 in un solido film sulla famiglia (presunta) disfunzionale, un attualissimo elogio sconclusionato agli affetti scelti per amore, magari sbagliando e rialzandosi, con convinzione. Non sono congiunti imposti dalla natura e dal caso, ma un nuovo nucleo sociale costituito negli anni, eterogeneo e prezioso, di cui ci circondiamo, come in un rifugio. 

Insomma, Juno è diventato un piccolo classico, una storia di formazione e crescita con un punto di vista originale e molto più maturo di quanto la sua protagonista, strascicata e un po’ scurrile, ha il coraggio di ammettere. Perché dietro quel cinismo e le battute ironiche c’è una giovane in cerca disperata di conferme, che nella coppia bella e ideale che sceglie per dare in adozione il bambino cerca la conferma che l’amore può esistere, essere duraturo e suscitare felicità. Di fronte allo scricchiolare anche di quell’amore apparentemente perfetto, si rivolge al padre, in un raro momento di candore non mediato, perché deve sapere se due persone possono essere felici per sempre, “mi serve”.

Sono queste parole, spesso bofonchiate alla fine di una frase da dura adolescente, quelle in cui si rivela tutta la maturità e la voglia d’amare di Juno, comune a tutte le sue coetanee, oltre che negli occhi, quelli che aspettano speranzosi una risposta disinnescata dopo aver lanciato delle bombe di cinismo al suo goffo e magari improbabile, ma amato, principe azzurro Paulie Bleeker (Michael Cera). Un altro personaggio memorabile, sempre a correre nel mezzofondo con pantaloncini gialli e la sua timidezza cronica, che fa scudo della propria insicurezza con un consumo smodato di tic tac arancioni per l’alito, e che, non sembra, “ma si sforza tanto”, per essere com’è.

Juno è un film della sceneggiatrice Diablo Cody, qui all’esordio, tanto quanto del sempre puntuale Jason Reitman. Ha una colonna sonora davvero azzeccata, e riesce a tenere sempre in equilibrio l’arguzia ficcante di dialoghi e situazioni con la tenerezza e l’empatia che, nonostante tutto, suscita Juno insieme alla sua cricca. Intorno a sé non ci sono antagonisti, ma complici loro malgrado, pieni anche loro di eccentricità, come la matrigna e il padre, i sempre perfetti J.K. Simmons e Allison Janney. Per non parlare dell’amica del cuore, la cheerleader sexy Olivia Thirlby e la coppia che non può avere figli, composta da Jason Bateman e Jennifer Garner.

Ma soprattutto c’è lei, Ellen Page, nel ruolo che l’ha lanciata e rimane il migliore della sua carriera. Nessuna carineria, in questo luogo, ma solo persone comuni dai bisogni primari che difendono le loro fragilità, che di fronte alla frase per una volta dura del padre, “credevo fossi il tipo di ragazza che si ferma in tempo”, risponde nell’unica maniera possibile, “non so che tipo di ragazza sono, veramente”. È questo il bello di Juno, che lo rende a distanza di molti anni un gioiello nel suo genere.



  • critico e giornalista cinematografico
  • intervistatore seriale non pentito
Suggerisci una correzione per la recensione
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
lascia un commento