La recensione di Il dubbio, il film diretto da John Patrick Shanley

29 gennaio 2009

Uno dei più interessanti e significativi testi teatrali americani degli ultimi anni viene portato al cinema dimostrandosi veicolo perfetto per attori di razza come Meryl Streep e Philip Seymour Hoffman. Purtroppo la riuscita del film viene minata da una regia inesperta e confusa, squilibrata nel voler evitare a tutti i costi l’impianto...

La recensione di Il dubbio, il film diretto da John Patrick Shanley

Il dubbio - la recensione

Come aveva già dimostrato con un’altra sceneggiatura calibratissima come quella di Stregata dalla luna, premio Oscar nel 1987, John Patrick Shanley conferma anche con Il dubbio di saper costruire con enorme finezza psicologica dei microcosmi retti da regole interne non necessariamente democratiche ma funzionali alla conservazione dell’universo stesso; succedeva in chiave più leggera con la famiglia italoamericana del film di Jewison, succede adesso con toni decisamente più aspri nel 1964, in una chiesa parrocchiale del Bronx, retta in maniera rigida da suor Aloysious, la quale si scaglia con tutta la sua forza contro padre Flynn, parroco progressista e sospettato di intrattenere rapporti non proprio leciti con un giovane studente di colore.

La prima forza de Il dubbio sta in un testo che propone al pubblico in maniera molto lucida tutta una serie di argomenti senza fornirgli anche risposte preconfezionate: il tema portante del film, lo scontro tra tradizione ed innovazione all’interno di un’istituzione problematica come quella ecclesiastica, si combatte su livelli molteplici e più stratificati di quanto non sembri ad un prima, superficiale lettura. Il campo di battaglia più esplicito è quello che vede i due rivali, Flynn e Aloysious, contendersi l’anima della giovane ed ingenua suor James, divisa tra lo spirito aperto dell’uno e la saggia chiusura dell’altra. La forza propositiva della sceneggiatura sta nell’essere perfettamente in linea col titolo del film, ed inculcare nel pubblico tutta una serie di dubbi sulla legittimità delle due posizioni senza renderle dogmatiche; sotto questo punto di vista poi un enorme contributo all’importanza ed alla bellezza di dialoghi e situazioni viene apportato dai due protagonisti, Meryl Streep e Philip Seymour Hoffman, davvero straordinari nell’interpretare i loro rispettivi personaggi dando loro totale credibilità, riuscendo a rappresentarli sia come persone fallibili che come “funzioni” di un potere che deve per forza di cose trascendere la perfettibilità umana, ed in fondo anche la morale comune.

Ottimo esempio di teatro portato al cinema, Il dubbio non si presenta però come un’opera totalmente riuscita a causa di due, evidenti difetti. Quello di minore importanza riguarda l’interpretazione di Amy Adams, che tratteggia suor James in maniera un po’ troppo caricaturale, rafforzando con un’interpretazione accentuata l’innocenza del personaggio - aspetto che invece a nostro avviso andava maggiormente levigato e reso sotterraneo. La pecca più importante viene poi dallo steso autore John Patrick Shanley, che fin dalle primissime scene si rivela non essere un regista in grado di padroneggiare il suo stesso scritto. La sua ricerca di uno specifico cinematografico che si allontanasse il più possibile dall’impianto teatrale condisce la messa in scena con inquadrature dall’angolazione immotivata, o con degli inserti musicali che si rifanno alle coordinate del giallo, quando in realtà Il dubbio è tutt’altro; questa volontà esplicita e volontariamente ostentata di allontanarsi dall’impianto teatrale del dramma a nostro avviso nuoce e non poco, in quanto non rende omogeneo il rapporto tra forma e contenuto.

Ma anche se imperfetto, e soprattutto squilibrato, Il dubbio merita senz’altro una visione attenta, in quanto splendido esempio di sceneggiatura stratificata e ricca di sottotesti da ricercare, e di conseguenza veicolo per una coppia d’attori capaci di recitare al loro meglio, rafforzando con assoluta credibilità il senso di umanità ed insieme di ambiguità con cui Shanley ha costruito il suo puzzle.



  • Critico cinematografico
  • Corrispondente dagli Stati Uniti
Suggerisci una correzione per la recensione
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
lascia un commento