Il dilemma - la recensione del film di Ron Howard

17 maggio 2011
3 di 5

Allan Loeb scrive, Ron Howard dirige. Scelgono entrambi, ancora una volta, il tratto classico della commedia hollywoodiana, quella che si regge sul ritmo sicuro dato dall'alternarsi di puntuali gag (spesso iperboliche) e momenti drammatici dalla portata contenuta

Il dilemma - la recensione del film di Ron Howard

Il dilemma - la recensione del film di Ron Howard


Solida e tenace, decisamente goliardica, tanto schietta quanto ruvida (sono uomini veri questi!) e meglio se nata ai tempi del college.
E' l'amicizia "a stelle e strisce", che Hollywood ci ha quasi sempre raccontato come virilissimo sentimento, che non trova parole per essere espresso - o meglio le rifugge - lasciando che sia la concretezza dei fatti a cementificarlo nel tempo. In un rapporto così non ci può essere spazio per ombre e angoli bui, semplicemente non sono previsti, e quando invece si intravedono, diventa difficile saperli affrontare.

A quel tavolo di ristorante, affacciato sullo sky-line di Chicago, dove brindano alla decennale amicizia due coppie divertite (quelle formate da Ronny/Beth e Nick/Geneva, rispettivamente Vince Vaugh /Jennifer Connelly e Kevin James /Winona Ryder), non c'è traccia alcuna di dubbi o inquietudini.
I due ragazzoni sono pronti a sfondare, cercando di strappare il contratto della loro vita con una multinazionale automobilistica, le ragazze invece sono in attesa di festeggiarli. Ronny e Nick si stanno giocando il tutto e per tutto, e sono affiatati quanto basta per poter credere di riuscire ad affrontare ogni eventualità. Infatti, la possibilità di vedere la moglie del proprio migliore amico, rotolarsi avvinghiata a un super tatuato, non ha ancora sfiorato la mente di nessuno.
Dire o non dire: questo è Il dilemma, e come si fa (comunque) si sbaglia. Il bivio di Ronny è pavimentato da specchi troppo scivolosi, sui quali è davvero difficile arrampicarsi; ma cosa non si farebbe per un amico?

Allan Loeb scrive, Ron Howard dirige. Scelgono entrambi, ancora una volta, il tratto classico della commedia hollywoodiana, quella che si regge sul ritmo sicuro dato dall'alternarsi di puntuali gag (spesso iperboliche) e momenti drammatici dalla portata contenuta. Perturbazioni passeggere che alimentano incomprensioni, ingigantiscono gli equivoci e che scorrono via rapide, davanti agli occhi di spettatori sempre più divertiti. Cinema che, una volta di più, vuole intrattenere, senza prefiggersi qualcosa che possa essere altro e soprattutto oltre. Chiedersi nuovamente quanto tutto questo sia utile, d'accordo, è ozioso, ma è inevitabile percepire una dissonanza, fosse anche solo un sottofondo, tra quella che è stata la filmografia di Ron Howard fino ad oggi e questo prodotto.

Howard, ci ricordiamo, ha maneggiato commedie con grande destrezza. In quest’ultima viaggia decisamente in superficie, lungo un percorso già collaudato e certo non innovativo, immergendoci però, al momento giusto, in una credibile e palpabile intensità (succede in alcuni testa-testa, davvero ben riusciti, tra Vaughn e la Connelly).
Geneva, la fedifraga, ha lo sguardo scuro e tormentato di Winona Ryder, che ritrova finalmente in questa sceneggiatura, un margine più ampio per "essere attrice".
La fisicità di Vince Vaughn e Kevin James, burrosa e traballante, è perfetta per esseri umani così tanto imperfetti. Fossero stati più asciutti e squadrati, gran parte di ciò che vediamo nel film, avrebbe perso di empatia e efficacia. E il "peso specifico dell’amicizia", guardandoli insieme, uno accanto all'altro, pancia contro pancia, sale effettivamente a livelli esponenziali.

Regia e sceneggiatura sposano appieno la retorica dell'eccesso, quell'eccesso che - è provato - comunque funziona sempre, indulgendo in momenti dilaganti e enfatici e creando quei "paradossi convenzionali" che da decenni sono il perno di questo genere di film.
Eh sì, anche qui ri-troviamo il brindisi imbarazzante, quella scazzottata liberatoria o quella dichiarazione plateale che abbiamo visto innumerevoli volte - storciamo la bocca, pensando "Ancora? " - senza accorgerci che, ancora - stiamo ridendo anche noi.



Il Dilemma
Il trailer del film di Ron Howard


Suggerisci una correzione per la recensione
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
lascia un commento