La recensione di Hannah Montana: the Movie

27 aprile 2009

Pur essendo un prodotto fortemente diretto ad un pubblico specifico, Hannah Montana: the Movie risulta un prodotto di intrattenimento confezionato con una discreta intelligenza cinematografica.

La recensione di Hannah Montana: the Movie

Hannah Montana: The Movie - la recensione

Quando una pellicola come quella di cui ci accingiamo a scrivere riesce a superare i preconcetti con cui ci si accosta, e quindi ad intrattenere con una discreta dose di buon cinema, non resta a nostro avviso che fare ammenda (un po’ imbarazzata, lo confessiamo…) e testimoniarlo ai nostri lettori. Seppur fortemente targhettizzato, destinato ad un tipo ben preciso di pubblico, Hannah Montana: the Movie possiede delle qualità intrinseche che lo rendono un film più che accettabile. Risulta evidente fin da subito come la Walt Disney abbia deciso di realizzare un prodotto che, oltre fungere da veicolo per la sua star, fosse appoggiato su solide basi dal punto di vista cinematografico, affidando la regia ad un cineasta che ha dimostrato una capacità consumata di costruire storie adatte al grande pubblico. Ed infatti il britannico Peter Chelsom, in passato già autore di buone prove come Serendipity e Il commediante, realizza questo teen-musical con una leggerezza ed un senso del ritmo piacevoli, consoni ad una pellicola che vuole, almeno negli intenti, superare i confini del pubblico a cui è destinata.

Hannah Montana possiede un canovaccio di sceneggiatura che si dimostra fin da subito capace di sviluppare il personaggio della giovane protagonista in maniera molto più profonda di quanto ci si potesse aspettare: già le varie sottotrame che sviluppano ad esempio il lato goffo, comico di Miley, si dimostrano scritte secondo un modus rintracciabile nella screwball comedy più adulta. Rispetto ad altre produzioni di questo tipo, soprattutto le altre targate Disney, ci troviamo quindi di fronte ad un deciso passo avanti. Questo “cambio di marcia” sembra essere dettato dalla simpatia naturale e dalla discreta capacità d’attrice di Miley Cyrus, che si muove a proprio agio sia nei momenti canori a lei più congeniali che nelle scene dove deve dimostrare una maggiore competenza attoriale. Costruito interamente addosso a lei, il film alterna con senso del ritmo commedia di buoni sentimenti con film-concerto, riuscendo a piazzare almeno un paio di scene di buon cinema, come ad esempio la sequenza finale dello show nel luna-park.

Pur con tutta la retorica ed il buonismo delle più classiche produzioni Disney, Hannah Montana: the Movie possiede delle qualità sconosciute ad altre produzioni di questo tipo, orientate verso gli spettatori più giovani. Prima di tutto una discreta intelligenza nella messa in scena, dovuta in particolar modo alla regia di Chelsom, che comunque è anche favorita da una sceneggiatura abbastanza calibrata. Il resto lo fa una Miley Cyrus fresca e spigliata, sicuramente in grado di soddisfare le esigenze cinematografiche dei suoi numerosissimi fans.



  • Critico cinematografico
  • Corrispondente dagli Stati Uniti
Suggerisci una correzione per la recensione
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
lascia un commento