Elysium

Titolo originale: Elysium

share
Poster
VOTO DEL PUBBLICO
Grazie del tuo voto
VOTO COMINGSOON
VALUTAZIONE

3.8 di 5 su 617 voti

Nell'anno 2154, esistono due classi di essere umani: i benestanti che vivono su una incontaminata stazione spaziale costruita dall'uomo e chiamata Elysium, e il resto della popolazione che vive in un sovrappopolato e disastrato pianeta Terra. Le persone sulla Terra sono disperate e vorrebbero fuggire dal crimine e dalla povertà dilaganti. Inoltre, hanno un drammatico bisogno di cure mediche disponibili soltanto su Elysium. Purtroppo, ad Elysium le legge anti-immigrazioni e le forze in atto per preservare il lussuoso stile di vita dei propri cittadini sono ferree. L'unica persona che ha qualche possibilità di portare equilibrio tra questi due mondi è Max (Matt Damon), un uomo ordinario con un disperato bisogno di entrare ad Elysium. Con la vita appesa ad un filo, Max dovrà suo malgrado affrontare una missione pericolosissima che lo vedrà ostacolare il Segretario di Elysium Delacourt (Jodie Foster) e le sue forze armate. Eppure, se Max riuscirà a trovare un varco, potrebbe non soltanto salvare la propria vita ma anche quella di milioni di abitanti del pianeta Terra.

  • SCENEGGIATURA: Neill Blomkamp
  • FOTOGRAFIA: Trent Opaloch
  • MONTAGGIO: Julian Clarke
  • PRODUZIONE: Media Rights Capital, QED International, Sony Pictures Entertainment
  • DISTRIBUZIONE: Warner Bros.
  • PAESE: USA
  • DURATA: 109 Min


CRITICA DI ELYSIUM:

Dopo 4 anni dal folgorante esordio con District 9, torna Neill Blomkamp con la sua fantascienza distopica e profondamente umana. Al suo primo film hollywoodiano, il giovane talento sudafricano riesce a non farsi fagocitare dalle star protagoniste e dal grosso budget e resta fedele ai temi e allo stile che gli sono propri, facendo del film una sentita riflessione del mondo in cui viviamo. Alto tasso di azione, spettacolo e divertimento completano l'impresa. Al fianco di Jodie Foster, Matt Damon e Alice Braga si rivede l'attore feticcio di Blomkamp, Sharlto Copley, qua veste di killer psicopatico. (Daniela Catelli)
Leggi la recensione completa di Elysium

CURIOSITÀ SU ELYSIUM:

L'idea di un mondo perfetto, separato dalla Terra, si basa su un'ipotesi reale formulata negli anni Settanta e ripresa dal regista Blomkamp che ne ha fatto una "stazione spaziale a forma di ciambella", come la chiama lui.
Per assumere le caratteristiche fisiche di Max, dall'aspetto imponente e muscoloso al taglio rasato, Matt Damon si è rivolto al suo personal trainer, gli ha mostrato una foto esemplificativa del personaggio senza camicia, fornita dal regista stesso, e ha sfidato l'allenatore: "Fammi diventare così".
Prima di accettare il ruolo, Damon e Blomkamp hanno preso un caffé insieme. Quando il regista ha tirato fuori una graghic novel, disegnata di suo pugno, che illustrava nel dettaglio il mondo di Elysium così come l'aveva immaginato, l'attore non ha avuto più dubbi e si è imbarcato nel progetto.
Per ritrarre nella maniera più realistica e originale possibile il personaggio di Kruger, Sharlto Copley si è ispirato ai soldati del 32esimo Battaglione delle forze armate sudafricane, operativo durante gli anni dell'Apartheid e famoso per aver fermato l'avanzata del comunismo in Africa. Barba, pantaloncini e capacità tattiche rimandano ai soldati dell'unità militare, mentre riprende accento e sarcasmo dai ragazzi di un quartiere malfamato a sud di Johannesburg.
Il film è stato girato soprattutto a Città del Messico, che fa le veci di Los Angeles nel 2154, e a Vancouver, che fa le veci di Elysium.
Il costume di HULC, l’esoscheletro biomeccanico che Max indossa e che gli conferisce abilità sovrumane, ha richiesto otto mesi di ricerca e sviluppo e 75 revisioni. Il risultato finale è "un'armatura" di finto metallo, costruita con un materiale superleggero e un peso di 11 chili distribuiti su tutto il mio corpo, che permetteva una mobilità del 100%.

Lascia un Commento
Il trailer italiano ufficiale in HD
18768
Lascia un Commento