Don Camillo monsignore ma non troppo

share

Don Camillo monsignore ma non troppo è un film di genere comico, commedia del 1961, diretto da Carmine Gallone, con Fernandel e Gino Cervi. Durata 117 minuti. Distribuito da CINERIZ - DOMOVIDEO, MONDADORI VIDEO, MULTIGRAM.

Poster
VOTO DEL PUBBLICO
Grazie del tuo voto
VALUTAZIONE

4.1 di 5 su 9 voti

TRAMA DON CAMILLO MONSIGNORE MA NON TROPPO:

Il parroco di Brescello è stato promosso Monsignore e trasferito a Roma dove si trova anche Peppone, eletto senatore. I due non si vedono mai ma la nostalgia per Brescello li unisce inconsapevolmente. Il miracolo inaspettatamente si avvera: a Brescello scoppia una grossa lite tra comunisti e cattolici e il PCI da una parte e il Vaticano dall'altra non trovano di meglio che inviare sul posto don Camillo e Peppone, quali elementi moderatori, perché si raggiunga un accordo circa la costruzione della Casa del Popolo la cui edificazione richiederebbe la demolizione di una piccola cappella votiva. Altre grane opporranno Don Camillo a Peppone: il matrimonio del figlio di Peppone; l'oltraggio subito dalla compagna Gisella; i fatti di luglio, ma alla fine i due tornano a Roma stringendosi la mano.

CRITICA DI DON CAMILLO MONSIGNORE MA NON TROPPO:

"La noia più totale si distilla sul filo delle bobine e la stanchezza è tale che, alla fine del film, si ha persino poca forza per protestare." (J. Grob, "Image et Son" n. 148, febbraio 1962)"Questo quarto episodio delle disavventure di Don Camillo e Peppone ripropone, sia pur con minor freschezza e vivezza inventiva, personaggi e situazioni già note. Non mancano pagine colorite e felici, ma Carmine Gallone ha preferito comunque affidarsi alla collaudata valentia degli interpreti limitandosi a dirigere il film con quella perizia e quella accuratezza formale che gli sono proprie. (...) Gli intenti di questo, come degli altri film ispirati ai personaggi di Guareschi sono volti a dimostrare come gli uomini di buona volontà, di buon senso e di cuore pur militando in campi politici avversi finiscono sempre per agire a f n di bene e per il bene comune." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 50, 1961)

CURIOSITÀ SU DON CAMILLO MONSIGNORE MA NON TROPPO:

- QUARTO EPISODIO DELLA SERIE.

SOGGETTO:

da un racconto del volume "Mondo piccolo" (1948) di Giovanni Guareschi



Lascia un Commento
Lascia un Commento