Brittany non si ferma più, la recensione: un feel good movie che corre attorno agli stereotipi del cinema e della società

14 novembre 2019

La commedia con Jillian Bell, scritta e diretta da Paul Downs Collaizo, è disponibile in streaming su Amazon Prime Video dal 15 novembre.

Brittany non si ferma più, la recensione: un feel good movie che corre attorno agli stereotipi del cinema e della società

Brittany è una ragazza americana che vive con disagio il suo essere sulla linea d'ombra. Nella gestione della sua vita, e perfino nel fisico, ricorda un po' la Amy Schumer di Un disastro di ragazza: esagera nel fare baldoria, non ha relazioni stabili ed è piuttosto sovrappeso. Non ha nemmeno una carriera, e si limita a fare la migliore amica dalla battuta pronta che sa far ridere tutti della sua co-inquilina Gretchen, aspirante influencer che si capisce subito essere un po' antipatica e opportunista, per usare educati eufemismi.
Fatto sta che, in cerca di una ricetta per l'Adderall da usare "a scopo ricreativo", s'imbatte invece in un medico che la mette di fronte alla necessità di prendersi cura della sua salute perdendo peso, e spingendola così verso la corsa. Aiutata da una vicina di casa appassionata di running (che pare la donna perfetta, ma lotta contro le ricadute nel presente di un passato da eroinomane), e da un nuovo amico gay anche lui in cerca di una migliore condizione fisica, Brittany riconquista con fatica un peso più contenuto e una nuova e rinnovata fiducia in sé stessa, ponendosi l'ambizioso obiettivo di partecipare, nel giro di un anno, alla famosa Maratona di New York.

Quello che succederà da qui in avanti, è facilissimo immaginarlo. Brittany non si ferma più - titolo che è già da solo una sinossi e una dichiarazione d'intenti - è un feel good movie che segue tutte ma proprio tutte le regole del genere, dall'andamento narrativo formulaico e prevedibile, così come prevedibili in maniera quasi pavoloviana sono le evoluzioni e le involuzioni della psicologia della protagonista.
A dirla tutta, in quell'incipit dal medico ossessionato dall'Indice di Massa Corporea, e nella svolta salutista della vita della protagonista, emergono anche, qui e lì, certi sentori moralisti che spingono a storcere un po' il naso.
E però, va ammesso, moralista Brittany non si ferma più non lo è mai. E la sua protagonista, e forse anche la sua storia, sono assai meno stereotipate di quanto non possa sembrare a prima vista. E sono tutt'altro che monodimensionali.

Grazie alla scrittura e alla regia semplici ma dritte al punto di Paul Downs Colaizzo, che ha esordito con questo film raccontando la storia vera di una sua amica, e ancora di più all'interpretazione di Jillian Bell, Brittany è una persona - prima che un personaggio - con tutte le sue debolezze, i suoi punti di forza e le inevitabili contraddizioni al suo posto. È fragile, tenera, coraggiosa, divertente e perfino antipatica. Lo è esattamente come e quando ti aspetti che lo sia, ma allo stesso tempo in modo innegabilmente vero, e reale. E lo stesso vale la storia di sesso e amore tra Brittany e Jern, bizzarro ma concreto personaggio che incrocia lungo il suo cammino (ma senza correre).

In questo gioco costante con i cliché e le aspettative del pubblico, con le regole fin troppo scritte di un genere che deve riscaldare il cuore del pubblico coi buoni sentimenti, messe però in pratica senza togliere spazio a fugaci ma incisive cupezze, perfino la bussola morale impazzisce, con un tira e molla costante tra tensioni opposte, con la condanna del body shaming che si accompagna a una costante ironia sull'idea di quello che, oggi, deve essere sempre e comunque body positive.
Con il suo ritmo automatico e costante, che è quello della corsa stessa, Brittany non si ferma più attraversa con la stessa leggera determinazione i suoi paesaggi emotivi, e al traguardo ci arriva con lo stesso spirito della sua protagonista: non per primeggiare ma, più semplicemente, per arrivare.



  • Critico e giornalista cinematografico
  • Programmatore di festival
Suggerisci una correzione per la recensione
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
lascia un commento