La recensione di Be Kind Rewind, il nuovo film di Michel Gondry

23 maggio 2008

Dopo essere stato presentato come film di chiusura della 58esima edizione della Berlinale, sbarca nelle sale del nostro paese il nuovo, atteso film di Michel Gondry, Be Kind Rewind. Ancora una volta il francese ci regala una storia bizzarra ma a modo suo poetica, forse non all’altezza delle sue opere precedenti ma di sicuro interesse.

La recensione di Be Kind Rewind, il nuovo film di Michel Gondry

La recensione di Be Kind Rewind

L’universo cinematografico (e non) di Michel Gondry è uno dei più bizzarri, liberi ed obliqui che vi siano in circolazione. Ce n’eravamo accorti con i suoi bellissimi videoclip, con i suoi primi film (Human Nature e Eternal Sunshine of a Spotless Mind, nei quali aveva dimostrato di essere l’unico in grado di assecondare ed al tempo stesso arginare quell’altra mente stralunata e irrefrenabile di Charlie Kaufman). Ma è stato con L’arte del sogno, il suo primo progetto “autarchico”, che il francese ha dato liberi sfogo e dimostrazione del suo estro e della sua fantasia.

Be Kind Rewind, il secondo film di Gondry da lui stesso sceneggiato, prosegue sulla stessa strada lastricata di bizzarrie e sognanti malinconie, ma devia dal racconto sull’amore che aveva caratterizzato sia Eternal Sunshine... che L’arte del sogno per concentrarsi su sentimenti più ampi e diffusi: quelli amicali, familiari, comunitari e persino relativi al cinema. Ovvio che a tutto questo si arrivi per gradi, visto che le linee di base della trama del film non lascerebbero affatto intuire una simile tipologia di risvolti.

Be Kind Rewind racconta infatti la storia di Mike (Mos Def), commesso di una fatiscente videoteca nel New Jersey e del suo migliore amico Jerry (Jack Black): in seguito ad una serie di vicende surreali, tutte le videocassette del negozio di Mike vengono smagnetizzate, e per far fronte alle richieste della clientela i due amici s’imbarcano nell’impresa di rigirare la maggior parte dei film con una vecchia videocamera e con mezzi di fortuna. Inutile dire che la loro operazione sarà un successo, e che ne nasceranno imprevedibili sviluppi.

Totalmente estraneo ad ogni ragionamento postmoderno sull’immagine e la sua riproduzione che una vicenda del genere avrebbe potuto avallare, Be Kind Rewind sarebbe stato un film di assai poco spessore se si fosse limitato al racconto dei paradossali rifacimenti dei due protagonisti, inizialmente esilaranti ma via via più ripetitivi e meno efficaci.
Ma alla creatività e all’immaginazione (la cui traduzione in termini visivi avviene secondo il “tradizionale” immaginario low-fi del regista francese, ma in modo più moderato rispetto a L’arte del sogno) Gondry ha appunto affiancato un’attenzione particolare ai sentimenti, secondaria e lieve solo in apparenza. Sentimenti che riguardano l’amicizia tra Mike e Jerry, il rapporto del primo con il padrone della videoteca interpretato da Danny Glover, e soprattutto, nella la seconda parte del film, quelli relativi ad una piccola comunità che si ricompatta e solidarizza come mai prima per il suo stesso bene, unendo gli sforzi di tutti per il raggiungimento di uno scopo comune.

Di più: nello sviluppo della narrazione, da farsa che tocca diversi registri della comicità il film di Gondry si trasforma lentamente in una storia che è un grande e sincero omaggio alla grande potenza dell’immaginazione, della creatività, un inno mai enfatico all’inseguire i propri sogni, ma anche e forse soprattutto ad un amore per il cinema – in tutte le sue forme e modalità di fruizione – che è del tutto scevro da snobismi o intellettualismi di sorta.
Fino ad un finale che nella sua semplicità e nella sua sincerità spinge al limite della commozione, se si è in grado di sintonizzzarsi sulla particolare ma convincente frequenza emotiva e poetica di un regista che sarebbe barbaro identificare solo e soltanto con la sua visionaria creatività.



  • Critico e giornalista cinematografico
  • Programmatore di festival
Suggerisci una correzione per la recensione
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
lascia un commento