A Day, la recensione: loop temporali, vendette e necessità del perdono per questo fanta-thriller coreano

17 agosto 2021
2 di 5

Opera prima di Cho Sun-Ho, A Day è un film del 2017 ma arriva da noi in Italia solo adesso. Uscita fissata per il 26 agosto distribuito da PFA Films e Emme Cinematografica

A Day, la recensione: loop temporali, vendette e necessità del perdono per questo fanta-thriller coreano

In molti avevamo sperato che il successo di Parasite avrebbe finalmente fatto aprire gli occhi ai distributori italiani su quella straordinaria miniera di titoli che è rappresentato dal cinema orientale, soprattutto quello di genere. Basterebbe aver frequentato una sola edizione del Far East Film Festival per sapere che da Corea, Giappone, Hong Kong, Cina e altri paesi dell'Estremo Oriente si potrebbero proporre al pubblico italiano ogni anno decine di thriller, action, horror e commedie di grandi qualità.
Dopo Parasite, però, è arrivata anche la pandemia, pure quella da Oriente, e la combinazione dei due fattori deve aver scoraggiato un comparto distributivo che già di suo non brilla sempre per coraggio e voglia di sperimentare.
E perciò, per il momento, rimaniamo al vecchio, ovvero alla sporadica presentazione al pubblico italiano di qualche sparuto titolo orientale  che da solo non può certo far primavera. Specie perché, nella stragrande maggioranze dei casi, questo sparuto titolo è anche, inspiegabilmente, di livello medio-basso.

La tendenza purtroppo si conferma con l'uscita nelle sale italiane di A Day, fanta-thriller coreano dai toni zuccherosamente drammatici datato 2017, che arriva un po' a caso solo adesso nei nostri cinema, con la sua storia di loop temporali, vendette e messaggi edificanti di perdono e redenzione.
C'è un medico di fama mondiale che torna a casa dopo l'ennesimo viaggio deciso a farsi perdonare da una figlia che trascura e che però finisce vittima di un pirata della strada quasi sotto i suoi occhi. Allo shock della perdita ne ne aggiunge subito un'altro: il medico si ritrova di nuovo sull'aereo che lo riporta a casa (e noi all'inizio del film), costretto a rivivere quelle ore drammatiche nel frenetico e apparentemente vano tentativo di salvare la bambina. Loop dopo loop, il medico scoprirà che anche un autista di ambulanze è intrappolato nello stesso loop, e che lui ha perso la moglie sempre per via dello stesso tassista responsabile della morte della sua bambina.
Dire altro vorrebbe dire spoilerare ulteriormente una trama già di per sé non particolarmente sorprendente. Basta aggiungere che due uomini si ritroveranno comunque a scoprire che i loro lutti e il loro essere intrappolati del loop ha a che fare con gesti non propriamente etici che hanno compiuto qualche anno prima, e che qualcuno ha intenzione di vendicarsi.

Opera prima di Cho Sun-ho, A Day rivisita con una certa pigrizia l'artificio narrativo reso celebre da Ricomincio da capo, e utilizzato poi in film come Source Code e Edge of Tomorrow, cercando la chiave di volta nelle questioni etico-morali che mette di fronte ai suoi protagonisti (condannati a scontare colpe del passato) e al suo pubblico. Va da sé che la via d'uscita alla ripetizione del trauma, e la possibilità di salvezza per le persone amate, sta nell'assunzione di responsabilità e nella capacità di perdonare chi non ha perdonato, spezzando così la catena della morte e dell'odio.
Che per carità, è anche giusta, giustissima, come posizione filosofica. E però al cinema, specie se raccontata senza particolare sapienza e con la tensione del thriller che si scioglie inderogabilmente nella saccarina, anche un po' che noia.

A Day
Il Trailer Italiano Ufficiale del Film - HD


  • Critico e giornalista cinematografico
  • Programmatore di festival
Suggerisci una correzione per la recensione
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
lascia un commento