Disney+ da novembre negli States, prezzi e film disponibili in streaming

-
50
Disney+ da novembre negli States, prezzi e film disponibili in streaming

La Disney ha presentato agli investitori e al mondo il servizio di streaming Disney+, in abbonamento mensile o annuale a 6.99$ o 69.99$, in partenza negli States il 12 novembre 2019 (le date europee non sono state ancora rivelate). Il prezzo è decisamente concorrenziale rispetto a quello dei rivali, proprio quando Netflix ha annunciato in America degli aumenti (a 8.99$ mensili). Il servizio, che garantisce 4K HDR e la possibilità di scaricare i contenuti da vedere offline per quanto tempo si vuole posto che si rinnovi l'abbonamento, approderà nelle altre regioni del mondo nel giro di "un paio d'anni": vedremo quando e come sarà disponibile in Italia.
Ma cosa ci sarà sul servizio di streaming Disney+? Ci concentriamo qui sull'offerta cinematografica, rimandandovi a un altro articolo che abbiamo dedicato alle serie tv previste su Disney+

Se siete fan del Marvel Cinematic Universe vi farà piacere che il boss dei Marvel Studios Kevin Feige in persona ha confermato l'arrivo al Day 1 di 12 lungometraggi del Marvel Cinematic Unirverse, tra cui Iron Man, Iron Man 2, Iron Man 3, Thor: The Dark World, Thor Ragnarok, Guardians of the Galaxy, Captain America: The Winter Soldier, Black Panther, Avengers: Infinity War, Ant-Man and the Wasp, Captain Marvel e Avengers: Endgame, in arrivo nelle nostre sale il 24 aprile.

Un catalogo cinematografico Disney non implica però solo Marvel e tutte le produzioni Lucasfilm di Star Wars (confermate: avevate dubbi?), ma... nelle mire espansionistiche dell'azienda si rischia persino di dimenticarlo... tutte le produzioni animate Disney e Pixar, un enorme patrimonio di classici e meno classici. L'animazione: da dove tutto è cominciato, come si suol dire e come hanno ricordato all'inizio dell'evento ("Non dimentichiamo che tutto è nato da un topo", disse Walt).
I film di animazione dei Walt Disney Animation Studios (Jennifer Lee ha fatto gli onori di casa) approderanno tutti sul servizio, da Biancaneve e i sette nani a Ralph Spacca Internet, anche se per ora è dubbio l'inserimento dei classici "scomodi" come I racconti dello zio Tom. Non riusciamo a capire se i cortometraggi storici della Golden Age saranno inclusi, ma pensiamo si possa essere tranquilli in merito (anche se in quel caso temiamo vigerà pure la regola di estromettere i contenuti giudicati oggi politicamente scorretti). Se già questo non fosse sufficiente a far salivare l'appassionato, Pete Docter ha introdotto doverosamente il catalogo Pixar completo, comprensivo di 30 cortometraggi.
Disney+ sarà anche il canale delle produzioni originali, come il remake fotorealistico di Lilli e il vagabondo dirottato dal cinema, e dei film Disney dal vero ufficiali, come Herbie il maggiolino tutto matto e la serie dei Pirati dei Caraibi.

Dal video diffuso dell'interfaccia personalizzabile (tremendamente "simile" a quella di Netflix, per usare un eufemismo), notiamo la presenza di un titolo come Tutti insieme appassionatamente della Fox, segno inequivocabile che anche i grossi titoli della casa appena acquisita giungeranno prontamente su Disney+, com'era prevedibile.



Domenico Misciagna
  • Giornalista specializzato in audiovisivi
  • Autore di "La stirpe di Topolino"
Lascia un Commento
Lascia un Commento