News Serie TV

La caduta della casa degli Usher: Mark Hamill svela perché ha accettato di recitare nella serie

Mark Hamill ha raccontato tutti i retroscena del suo coinvolgimento nella miniserie Netflix ispirata alle opere di Edgar Allan Poe: ecco come è andata.

La caduta della casa degli Usher: Mark Hamill svela perché ha accettato di recitare nella serie

La caduta della casa degli Usher è la nuova e molto probabilmente ultima serie di Mike Flanagan per Netflix (lo sceneggiatore è passato ufficialmente a collaborare con Prime Video), dopo successi come Hill House, The Haunting of Bly Manor e Midnigh Mass. Se l'avete vista o la vedrete, rimarrete sicuramente colpiti dal cast stellare e dalle interpretazioni magistrali degli attori (tra cui Carla Gugino, Bruce Greenwood, Mary McDonnell, Henry Thomas, Kate Siegel e Samantha Sloyan). Non fa eccezione quella di Mark Hamill che interpreta Arthur Pym, l'avvocato della famiglia degli Usher. Il veterano di Star Wars ha raccontato tutti i retroscena del suo coinvolgimento nella serie svelando anche cosa e chi lo hanno convinto ad accettare la parte.

La caduta della casa degli Usher: Il ruolo di Mark Hamill

La caduta della casa degli Usher racconta la storia degli spietati fratelli Roderick e Madeline Usher (Bruce Greenwood e Mary McDonnell) che hanno fatto di Fortunato Pharmaceuticals - la loro corrotta casa farmaceutica - un impero di ricchezza, privilegi e potere. Ma quando gli eredi della dinastia cominciano a morire per mano di una misteriosa donna conosciuta in gioventù, vengono a galla i segreti del passato. Mark Hamill interpreta un personaggio che agisce nell'ombra e si sporca le mani mentre "ripulisce" gli affari loschi della Fortunato Pharmaceuticals. Nel corso degli 8 episodi, Pym diventa quasi un investigatore che ha il compito di scoprire cosa sta succedendo ai membri della famiglia.

Parlando con Netflix Tudum, Hamill ha confessato di essere un grande fan dei lavori di Mike Flanagan e di aver essersi sentito lusingato quando gli hanno offerto la parte. "Ero incuriosito dal fatto che mi avevano considerato per la parte. Perché avrebbero dovuto pensare a me? Questo significa pensare fuori dagli schemi e adoro fare cose bizzarre e inaspettate e cose che non ho mai fatto prima", ha spiegato l'attore. A convincerlo ad accettarla, però, è stata sua moglie Marilou York. Quest'ultima, pur non essendo una fan degli horror, lo ha spinto a dire di sì a Flanagan perché rimasta particolarmente colpita, insieme a lui, dalla sceneggiatura. A tal proposito, l'attore ha detto:

"Ricordo che dopo aver finito di leggere l'episodio 2, ho detto: "Oh mio Dio! E mia moglie ha detto: 'Devi farlo'. Ho detto: 'Non lo guarderai nemmeno!'. Perché non le piacciono molto i film horror".

Una serie adatta anche per chi non ama gli horror

Definita da qualche critico una "Succession in salsa horror", La caduta della casa degli Usher è in realtà una serie che anche chi non è fan del genere horror può tranquillamente guardare (ma attenzione alle scene finali di ciascun episodio, particolarmente cruente). Lo ha ribadito anche Mark Hamill sottolineando perché, secondo lui, è una serie a cui tutti dovrebbero dare una possibilità:

"Adoro l'idea che sia imprevedibile. Sapete, che questa famiglia è condannata, ma anche la creatività nei modi in cui fanno fuori i personaggi: è molto intelligente ed è oltremodo macabra, e certamente ti fa riconsiderare i tuoi banali problemi quotidiani. Pensi: 'Beh, almeno non sono quel tipo'.
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
  • Giornalista professionista
  • Appassionata di Serie TV e telespettatrice critica e curiosa
Suggerisci una correzione per l'articolo