News Serie TV

I 40 anni di Jeeg: paladino robotico di una generazione

1189

Il manga e anime di Go Nagai celebra un traguardo importante per tutti noi che l'abbiamo amato

I 40 anni di Jeeg: paladino robotico di una generazione

Il 5 ottobre del 1975 la Toei Animation presentava sulle reti giapponesi l'anime Kōtetsu Jīgu, che quattro anni dopo sarebbe sbarcato sulle tv private italiane col titolo di Jeeg Robot d'Acciaio. Il manga originale, firmato dal padre del genere super robot, Go Nagai, era partito poco prima, nell'aprile del '75. Non me ne vogliano i fan dei più celebrati Mazinga o Goldrake: il mio robottone preferito rimarrà per sempre Jeeg.

Da bambino la fascinazione mi scattò per il delirante volo pindarico che è alla base della premessa: il venticinquenne eroe Hiroshi, grazie agli esperimenti compiuti su di lui dal padre in giovane età, è un uomo invulnerabile e capace di trasformarsi nella testa dell'eroico robot. Si trasforma semplicemente unendo i pugni con dei guanti speciali, con una capriola nell'aria: il corpo muta brevemente in un minirobot inquietante, poi tramite una mutazione organicobionica indefinibile, diventa la testa fluttuante di Jeeg. A quel punto la prode Miwa con la sua navicella gli manda i famigerati "componenti", che gli si agganciano fino a formare il robot intero. Decisamente più malata delle pur esageratamente coreografiche partenze dei colleghi.

Con la sua grafica tozza e dinamica, Jeeg mi risultava quindi più umano degli altri robot: già in Mazinga ed epigoni ogni colpo inferto dagli abomini tecnologici, definiti con semplicità "mostri", portava il guidatore a soffrire come se i danni li subisse di persona. Con Hiroshi e Jeeg la cosa era tanto più credibile perché Hiroshi era – anche per sceneggiatura – Jeeg. Tutto era predisposto per il martirio fisico all'ennesima potenza: irresistibile.

 

Un ulteriore elemento di fascinazione fu per me la soppressione violenta della prima villain della stagione, la regina Himica, da parte del suo superiore, l' "Imperatore": il cambio era probabilmente dettato anche da esigenze di varietà all'interno dell'unica stagione dei 46 episodi, ma era potente, per me che da piccolo ero abituato alla stabilità dei fumetti disneyani, l'idea che il cattivo non fosse al sicuro con i suoi simili. Un barlume di politica che faceva capolino nell'intrattenimento robotico.

I sorrisi, satanici. Go Nagai era rapito dall'arte antica occidentale, anche Mazinga era impregnato di visione "paramicenee".Jeeg non fa eccezione. Immaginate un cartoon in cui i cattivi assomigliano a Bocche della Verità su dinamici corpi di guerrieri: un incubo visionario. Un'allucinazione che accende la fantasia, tra paura ed esaltazione.

E poi c'era quella sigla italiana, l'ennesimo inno della generazione nata nella seconda metà degli anni Settanta: un amico mi confidò che da piccolo, cartella in spalla, si slanciava correndo verso le scuole elementari ripetendo nella sua testa le note dell'incipit. "Corri ragazzo laggiù!" Era la voce motivante di un cantante romano, Fogus (Roberto Fogu), tanto somigliante a quella di Piero Pelù dall'aver generato la leggenda metropolitana che voleva il cantante dei Litfiba dietro a quei vocalizzi. Persino lo stesso Pelù si è dovuto piegare alla suggestione, realizzando in tempi recenti una cover di quella sigla che fu adattata da Detto Mariano.

Cercassimo uno spazio tra un compito a casa e l'altro, ci sforzassimo di osservare lo schermo lacrimando per i febbroni stagionali che da bambino ti stendono, Jeeg non si poteva perdere. Con immutata resilienza agli intoppi e agli obblighi della vita, prendiamoci oggi qualche minuto per ineggiare a Jeeg Robot d'Acciaio e fargli gli auguri per i suoi primi quarant'anni. Ovviamente cantando.



  • Giornalista specializzato in audiovisivi
  • Autore di "La stirpe di Topolino"
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming