News Serie TV

Homeland: Elizabeth Marvel sarà POTUS nella stagione 6

L'attrice di House of Cards non sarà l'unica donna presidente della prossima stagione televisiva.


Dopo aver dato il filo da torcere al Presidente degli Stati Uniti d'America Frank Underwood in House of Cards, Elizabeth Marvel vestirà essa stessa i panni del primo Commander in Chief donna della Casa Bianca (sorry, Hillary Clinton!) nella sesta stagione dello spy drama di Showtime Homeland.

In onda all'inizio del prossimo anno, la nuova stagione sarà ambientata a New York durante i due mesi tra l'elezione del nuovo Presidente degli Stati Uniti d'America e il suo giuramento, "un strano momento in America, 72 giorni in cui non è chiaro esattamente chi comandi, e c'è un nuovo presidente che ha bisogno di essere istruito su ciò che significa essere presidente", aveva detto il produttore esecutivo Alex Gansa. Il personaggio della Marvel, Elizabeth Keane, è un'ex giovane senatrice di New York, una donna brillante, affascinante, vivace e, se necessario, brusca. Non una caricatura della Clinton, piuttosto un amalgama dei candidati attualmente in corsa per la Casa Bianca - Donald Trump incluso.

Oltre al ruolo di Heather Dunbar in House of Cards, Marvel ha recitato in Law & Order: Unità Speciale, Person of Interest e Fargo. Quest'autunno, POTUS sarà interpretato da una donna (l'ex Wonder Woman Lynda Carter) anche nella stagione 2 di Supergirl, e prima di loro lo avevano fatto Patty Duke in Hail to the Chief, Geena Davis in Una donna alla Casa Bianca, Patricia Wettig in Prison Break, Mary McDonnell in Battlestar Galactica e Julia Louis-Dreyfus in Veep.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
  • Redattore specializzato in Serie TV
  • Appassionato di animazione, videogame e fumetti
Suggerisci una correzione per l'articolo