Chernobyl non piace alla Russia, che prepara una sua contro-serie

-
274
Chernobyl non piace alla Russia, che prepara una sua contro-serie

Un grande successo di pubblico e critica, non solo negli Stati Uniti, la miniserie di HBO e Sky Chernobyl, in Italia in onda ogni lunedì alle ore 21:15 su Sky Atlantic e in streaming su NOW TV, non deve essere piaciuta per niente al Cremlino, visto che la rete NTV (controllata dalla grande e potente compagnia energetica Gazprom, che fa capo a sua volta al governo russo) ha annunciato la prossima programmazione di una propria versione filo-russa, incentrata sì sul terribile disastro nucleare del 1986 ma improntata sul fatto che quest'ultimo fu la conseguenza del sabotaggio di un agente della CIA.

Secondo quanto riportato dal Guardian, la versione russa, che pare sia stata già girata e sia attualmente in fase di post-produzione, segue l'agente della CIA inviato a Pripyat per raccogliere informazioni sulla centrale nucleare di Chernobyl e l'agente del controspionaggio russo incaricato di rintracciarlo. Per il regista Alexey Muradov, la serie "dirà al pubblico cosa successe realmente", seguendo una teoria, "non negata da diversi storici", secondo la quale "un agente dell'intelligence nemica era presente nella centrale il giorno dell'esplosione".

Mentre gli esperti internazionali concordano sul fatto che l'incidente fu causato probabilmente da un errore di progettazione di uno dei reattori e da una serie di errori umani, il mondo intero e anche parte della stampa russa plaude all'opera scritta da Craig Mazin e diretta da Johan Renck, che nel frattempo ha raggiunto un punteggio di 9.7/10 su IMDb, diventando la miniserie più apprezzata di sempre sull'importante sito.



Emanuele Manta
  • Redattore specializzato in Serie TV
  • Appassionato di animazione, videogame e fumetti
Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento