Non c'è più religione

Non c'è più religione

( Non c'è più religione )
Voto del pubblico
Voto Coming Soon
Valutazione
3.4 di 5 su 306 voti
Al cinema dal: 07 dicembre 2016
Regista: Luca Miniero
Genere: Commedia
Anno: 2016
Paese: Italia
Durata: 90 min
Data di uscita: 07 dicembre 2016
Distribuzione: 01 Distribution
Non c'è più religione è un film di genere commedia del 2016, diretto da Luca Miniero, con Claudio Bisio e Alessandro Gassmann. Uscita al cinema il 07 dicembre 2016. Durata 90 minuti. Distribuito da 01 Distribution.
Data di uscita: 07 dicembre 2016
Genere: Commedia
Anno: 2016
Paese: Italia
Durata: 90 min
Distribuzione: 01 Distribution
Fotografia: Daniele Ciprì
Produzione: Cattleya con Rai Cinema

TRAMA NON C'È PIÙ RELIGIONE:

Non c'è più religione, il film diretto da Luca Miniero, si svolge su una piccola isola del Mediterraneo dove la gente si sta dando da fare per realizzare un presepe vivente, come ogni anno per celebrare il Natale. Purtroppo quest'anno il Gesù Bambino titolare è cresciuto: ha barba e brufoli da adolescente e nella culla non ci sta proprio. A Porto Buio però non nascono più bambini da un pezzo e bisogna trovarne un altro a tutti i costi: la tradizione del presepe è infatti l'unica "resistenza per non scomparire".
Il sindaco Cecco (Claudio Bisio), fresco di nomina, vorrebbe chiederne uno in prestito ai tunisini che vivono sull'isola: peccato che fra le due comunità non corra buon sangue. Ad aiutarlo nell'impresa due amici di vecchia data: Bilal (Alessandro Gassmann), al secolo Marietto, italiano convertito all'Islam e guida dei tunisini, e Suor Marta (Angela Finocchiaro), che non ne vuole sapere di "profanare" la culla di Gesù.
I tre si ritroveranno uno contro l'altro, usando la scusa della religione per saldare i conti con il proprio passato. Un lama al posto del bue, un Gesù musulmano e un ramadan cristiano, una chiesa divisa in due e una madonna buddista: un presepe vivente così non si vedeva da 2000 anni nella piccola isola di Porto Buio.

CRITICA DI NON C'È PIÙ RELIGIONE:

Il presepe di Non c'è più religione è un magnifico pretesto (Hitchcock l'avrebbe chiamato MacGuffin) per parlare d'altro, con superficialità che in questo caso significa leggerezza. Il film mette in fila natalità, religione, amicizia, malinconia, paternità e tolleranza che, tra un sorriso e l'altro, lasciano al pubblico ottimismo e l'eventuale scelta di approfondire il tema che a livello personale possa aver coinvolto di più. (Antonio Bracco - Comingsoon.it)

Leggi la recensione completa del film Non c'è più religione

lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming